Continua l’ondata di maltempo sul nostro Paese con allerta nubifragi per le regioni del Sud e un consistente abbassamento delle temperature specie in nord Italia.

Si tratta di un quadro che vede la Sicilia in gravi difficoltà dopo i black out elettrici che hanno toccato le zone tra Siracusa e Ragusa e in cui oggi, “grazie a un’azione coordinata con Enel” sono arrivati nel Centro di Melilli della Protezione civile regionale i primi gruppi elettrogeni che saranno allacciati alle reti delle zone prive di elettricità. Il forte vento ha infatti danneggiato reti aeree e palificazioni.

Nel Siracusano è stata disposta anche la chiusura delle scuole.

Il maltempo poi tornerà già domani imperversando in quasi tutto il sud Italia con rischio di nubifragi in Campania. Il ciclone inizierà il passaggio partendo dalla Sardegna, la Sicilia e toccherà quindi Calabria, Basilicata, Campania e Puglia.

Il cambiamento climatico renderà possibili alluvioni lampo, provocando così un alto rischio idrogeologico. Anche al nord saranno attese piogge, ma di minore intensità.

Mercoledì saranno ancora previste piogge al Sud ma anche sulle regioni adriatiche centrali. Sugli Appennini tornerà a cadere la neve al di sopra dei 1100 metri. Previsto anche un notevole abbassamento delle temperature, specie in nord Italia, con nevicate in bassa quota sulle Alpi.

A cura di Meteo.it – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui