L’Italia sta diventando un paese irriconoscibile sotto molti aspetti, non ultimo il sistema carcerario e del diritto delle persone alla propria educazione, libertà individuale.

Un fatto increscioso a toccato Milano. La Polizia di Stato e il Nucleo Investigativo Regionale per la Lombardia della Polizia Penitenziaria, in collaborazione con la Procura della Repubblica di Milano, ha eseguito un’ordinanza emessa su richiesta dei Pubblici Ministeri del V Dipartimento, con cui è stata decisa la custodia cautelare in carcere nei confronti di 13 agenti della Polizia Penitenziaria, 12 dei quali ancora oggi in servizio, dell’Istituto Penale Minorile “Cesare Beccaria” di Milano.

Disposta anche la sospensione dall’esercizio di pubblici uffici nei confronti di ulteriori 8 dipendenti dello stesso corpo di polizia, tutti in servizio, all’epoca dei fatti, presso la medesima struttura detentiva per minori.

“E’ una vicenda dolorosa e una brutta pagina per le istituzioni ma vanno assicurati il controllo della legalità e il rispetto della legge”. Lo ha detto il procuratore di Milano, Marcello Viola, durante una conferenza stampa convocata per illustrare l’operazione. “Ciò che ci ha colpito sin dal primo momento è il metodo di queste persone deviate dal sistema, che picchiavano i ragazzi con un metodo tale da non lasciare il segno e i ragazzi si davano pizzicotti per lasciare sulle botte ricevute i lividi”, ha riferito poi il procuratore aggiunto di Milano, Letizia Mannella.

In relazione a questi agenti, quindi, ha parlato di “mele marce“. Viola, ancora, ha riferito che ad esser coinvolte sono una dozzina di vittime.

Oltre che di mele marce, occorrerebbe capire come si può innescare un meccanismo così crudele e direi spietato senza il controllo delle autorità preposte che di fatto rimane celato e mortifica i bambini. Questo non si chiama, restando in carcere prova di reinserimento nella società, ma abusi di cui la giustizia e il suo magistero non dovrebbe mai fare emergere in un paese civile. Siamo allo sbando più totale.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto ImagoEconomica

Il Direttore Editoriale Carlo Costantini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui