Non solo distruzione e dolore. In mezzo a chi parala tanto c’è anche chi sta in silenzio e scava tra le macerie causate dal terremoto. Scava per salvare vite umane, come i Vigili del Fuoco e gli uomini del Soccorso Alpino, unitamente ai tanti volontari.

A questi eroi va il più sentito “grazie”: 238 persone sono state estratte vive dalle macerie fino a ieri. Lo riferisce la Protezione civile aggiornando il bilancio dei soccorsi: ai 215 salvati dai Vigili del Fuoco, si devono infatti aggiungere 23 tratti in salvo dal Soccorso Alpino.

Sono 2.027 i pompieri presenti sul luogo del disastro e 400 i mezzi impiegati che “possono aumentare in qualsiasi momento se necessario”. Lo ha indicato il prefetto Bruno Frattasi, capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco. Per la precisione, nell’area del reatino “ci sono stati 200 salvataggi, e sono al momento impiegati 639 uomini e 270 mezzi”; nell’area delle Marche “15 salvataggi”, con 388 uomini in campo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui