L'editore Cav. Carlo Costantini con il Presidente del Cesena Lewis
È difficile commentare un campionato alla sua partenza. L’ho fatto solo poche volte imponendomi l’oggettività delle squadre che ci partecipano. Il rapporto di parentela con i lettori non è un fatto accessorio, ma rispettoso e per questo chi scrive deve avere sempre una obiettività reale di ciò che accade in campo.

Mi sono un po’ fregato con le mie mani: ho sempre creduto che il Cesena fosse un personaggio famoso, o anche una squadra invincibile, come quando i ragazzini fanno un goal sulla spiaggia estiva. Così era Maradona, o Pelé, gente venuta dal nulla e poi palloni d’oro. Ho introiettato i loro valori quando mi sono calato a capofitto nel calcio vero, Igor Campedelli, lo sa perfettamente: il lavoro, la sincerità, il non far male a nessuno se non con un’aggressività aperta, perfino ritualizzata che ha visto il cavalluccio emergere in disaccordo con qualcuno, sono sempre stati i miei principi.

Ho sempre lavorato in modo sotterraneo, senza disconoscerne i meriti altrui che per pura passione affiancavano le idee di quel periodo. Mi sono sempre considerato dentro il pallone gonfiato una persona estrema fatta un poco di materia grigia, senza dimostrarla, ma applicandola.

Mister Toscano, il Presidente del Cesena Lewis, Il Direttore sportivo Massimo Agostini

Ho molta nostalgia delle conversazioni con Sergio, Luca, Edo, Marino, Ezio, i ragazzi della stampa: Magnani, Montanari, Bertozzi, Burioli, Travini, Chiesa, Benaglia, Guiducci)  di fronte a un bicchiere di vino che si beveva gradevolmente a sorsate. Oggi, sono tornato come ospite della società a conoscere Toscano, il presidente, dispiegando la mia coscienza unita alla loro simpatia. Storia comune, che spero non vi abbia annoiati. Da domani, lo prometto, si ritorna all’oggettività del campionato che i bianconeri sono chiamati a vincere per ritornare nell’Olimpo che insieme abbiamo già conosciuto.

Chiudo con un in bocca al lupo al giornalista Miro Morigi che domani sarà sottoposto ad un serio intervento chirurgico.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Reoertorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui