Confermata dalla Casa Bianca l’intenzione del presidente americano Joe Biden di imporre il divieto di entrare negli Stati Uniti alla maggior parte dei cittadini non statunitensi provenienti da Regno Unito, Brasile, Irlanda e gran parte dell’Europa. Il divieto sarà esteso anche al Sudafrica, dopo le segnalazioni delle nuove varianti di coronavirus Covid-19.

Una decisione che si colloca nel piano della nuova amministrazione democratica per combattere l’epidemia che sta dilagando nel paese più colpito al mondo sia in termini di contagi (25,14 milioni) sia di morti (oltre 419 mila). La risoluzione è adottata una settimana dopo che l’ex presidente Donald Trump aveva firmato un ordine esecutivo che avrebbe revocato tali restrizioni ai viaggiatori provenienti da questi paesi. Una mossa giudicata imprudente dal nuovo presidente deciso a una strategia rigorosa.

“Nel momento in cui la pandemia sta peggiorando e le varianti del virus si diffondono, non è il momento per togliere di restrizioni ai voli dall’estero”, aveva twittato qualche giorno fa Jen Psaki, responsabile alla Comunicazione della Casa Bianca con Biden.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui