Nel mondo della musica urban italiana, a soli 17 anni spicca già il nome di Madame: è originale, ha un grande talento per la scrittura e concilia tutto questo in uno stile semplice e diretto.

Uno spirito libero, fuori dalle regole e dall’etichette che un po’ ci uccidono e un po’ ci rassicurano, Francesca Calearo, alias Madame, si è raccontata in un’appassionata intervista per il Corriere della Sera. “Quando avevo 14 anni mi innamorai dell’allenatore di pallavolo, lui ne aveva 30.

Gli scrissi un messaggio ‘A diciotto anni potrò darti un bacio?’ Poi, arrivata ai 18, ero già da un’altra parte, innamorata della professoressa di matematica“. Libera. Se, a fatica, dovessimo scegliere un solo aggettivo per descrivere Madame potremmo dire “libera”.

Ma una vera libertà, di quelle che te le devi sudare, come ha dichiarato lei stessa: “Quando andavo alle medie non mi lavavo, a scuola mi prendevano in giro.

Una volta sono svenuta e i miei compagni mi hanno calpestata. Mi calpestavano per capire se fingessi”, ha dichiarato. E ancora: “Questo dolore mi ha reso debolissima e libera. Anche di innamorarmi: maschio, femmina, giovane, vecchio“.

La Redazione giornalistica – Foto TPI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui