G7 Il premier italiano Mario Draghi in Germania

“Siamo uniti con l’Ucraina, perché se l’Ucraina perde, tutte le democrazie perdono. Se l’Ucraina perde, sarà più difficile sostenere che la democrazia è un modello di governo efficace”, queste le parole, secondo quanto si apprende, del presidente del Consiglio Mario Draghi nel corso della sessione del G7 in corso a Schloss Elmau, in Baviera, con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in videoconferenza. “Voglio ringraziare il Presidente Zelensky – ha aggiunto il premier -per il benvenuto eccezionale a Kiev”.

Draghi ha ribadito la necessità di restare uniti “a sostegno dell’Ucraina” e l’importanza di “continuare a lavorare su come imporre un tetto al prezzo del gas. “La decisione di dare all’Ucraina lo status di candidato per l’Ue è importante per l’Ucraina ma anche per l’Unione Europea”, ha sottolineato il premier italiano intervenendo al tavolo del G7 dopo le parole del presidente Zelensky.

“L’ Unione Europea ha mutato in modo profondo il suo atteggiamento verso i Paesi vicini, la sua strategia di lungo periodo. E’ un cambiamento molto importante”, ha osservato. Il capo del governo ha voluto evidenziare anche come “gli italiani hanno accolto gli ucraini, i loro bambini. Il governo ha fatto la sua parte, ma la parte più importante l’hanno fatta le autorità locali, le famiglie”.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Getty Ymage

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui