Nel fine settimana si sono verificati lungo la penisola ben 10 eventi climatici estremi con nubifragi che hanno messo a dura prova la tenuta dei terreni con piante abbattute, campi allagati, serre divelte e colture distrutte che fanno salire a oltre 6 miliardi il conto dei danni nelle campagne nel 2022.

È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti su dati Eswd in riferimento all’ultima ondata di maltempo sull’Italia con allerta arancione in Puglia e gialla in altre sei regioni dalla Basilicata alla Campania, dalla Calabria al Lazio, dalla Sicilia all’Umbria. Nella parte meridionale della Puglia in Salento si è verificato un vero e proprio diluvio universale con trombe d’aria, tuoni e fulmini su città e campagne, con allagamenti e smottamenti, alberi e cavi di alta tensione caduti che hanno lasciato case e aziende agricole al buio e senza collegamenti – spiega Coldiretti – con le segnalazioni da bollettino di guerra che arrivano da Melissano, Novoli, Ugento, Gagliano del Capo, Lequile.

Racale, Taviano, Calimera, dove le bombe d’acqua e le tempeste di vento hanno distrutto serre, hanno fatto cadere gli alberi, oltre ad aver allagato le campagne trascinando via le piantine di ortaggi, verdure e patate. Terreni sommersi e danni anche in Sicilia e in Calabria e nel Lazio con Roma colpita da una vera e propria bomba d’acqua che ha colpito anche i mercati contadini di Campagna Amica con allagamenti e blackout elettrici.

A cura di Claudio Piselli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui