GIORGIO CHIELLINI

PRISMA, in geometria solida una figura poliedrica …. e vi risparmio il resto.

Chissà perché gli inquirenti hanno chiamato così l’inchiesta che è l’ennesimo terremoto non sulla Juventus, ma sul calcio, dato che dentro, a scavare neppure troppo (basta riesumare qualche email) ci entra sempre più gente ….

Questo non è il “sistema juventino”, questo è il “sistema calcio”, a tutti i livelli, mondiale, perché altrimenti cosa discutiamo del Qatar, dove i diritti umani sono solo una faccia, neppure la più inquietante ed inquinata, oppure ci dimentichiamo dei Blatter, Platini e quei grandi uomini di calcio, di tutti i continenti, riempitisi le tasche e magari oggi in galera?

Eppure c’è gente che si stupisce, che mette in dubbio le cose e magari tira fuori le parole di addetti ai lavori collusi anche loro, protagonisti di un sistema fatto di PORCHERIE …. giornalisti compresi!
Certo, questo non è il primo (e meno che mai sarà l’ultimo) “casino” del calcio, che vuoi possa sparire, essere cancellato, visto qual’é il fatturato che produce, quanta gente ne è occupata?

Cosa volete che siano qualche fattura falsa, pochi spiccioli di falso in bilancio, scritture in nero e pagamenti ….
dilazionati, mentre dichiarazioni roboanti venivano rilasciate ai BEOTI nel frattempo chiusi in casa per il Covid?

Magari non saranno i giudici a “servire” al calcio, magari non sarà possibile (!?!?!?) stabilire che un ragazzotto della primavera può valere 1 invece di 100.000, ma le dichiarazioni di Chiellini e compagni cadranno nel nulla dell’ipocrisia? Davvero siamo sempre disposti a farci prendere in giro da impudenti arricchiti?
Certo l’esempio è davvero da grande persona e non stupisce che questi possa essere il futuro da dirigente calcistico, da uno che ci mette la faccia mentre prende tutti per il culo!!! Davvero i tifosi bianconeri e quelli del calcio in generale, possono essere “zerbini” di cotanta personalità?

A proposito, visto che sulle plusvalenze non si può che far finta di nulla e meno che mai porre problemi di valutazione ….
ecco un bell’esempio di “calcio fantasioso” ….

Simone Muratore, centrocampista cresciuto nelle giovanili bianconere, 49 presenze nella Juve under 23 tra il 2018 ed il 2020, 4 in Serie A dopo la ripresa causa pandemia e persino qualche minuto in Champions, sempre nel 2020.

Insomma, per uno del 1998 (e con la concezione italiana sui giovani calciatori) una carrierona davanti e pure una già enorme esperienza, tanto che l’Atalanta lo acquista per la modica cifra di (soli) SETTE MILIONI!

Muratore però viene subito girato alla Reggiana, in Serie B, dove scende in campo venticinque volte.
L’anno successivo finisce in Portogallo, al Tondela, con la cui maglia scende in campo due volte, per tornare alla Dea l’estate scorsa, senza collezionare presenze …. insomma sette miseri milioni per un’ottantina di presenze, la maggior parte in Serie C, altro che CR7 …. e poi le plusvalenze sono solo fantasia.
Il problema in realtà è la Procura di Torino, che ancora non si è allineata, ed ogni tanto pensa a fare quello che “dovrebbe” essere il proprio lavoro, anche alla faccia del calcio e del suo fatturato.

Buon Natale e ricordate di mettere qualcuno di questi bei personaggi nel Presepe, facendo attenzione a chi si nasconde sotto le vesti dei Re Magi, specie a chi porta l’oro.

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui