L’articolo 195 del codice della strada prevede che, per conformarsi all’inflazione, “la misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all’intera variazione, accertata dall’ISTAT, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti”.

Insomma, dal primo gennaio 2017 partirà il consueto adeguamento biennale delle sanzioni amministrative relative alle violazioni del codice stradale, ma niente panico: l’aumento sarà solo dello 0,1%. Pertanto, saranno oggetto dell’aumento solo le sanzioni di importo superiore ai 500 euro, visto che per le altre non si arriverà a superare il limite dei 50 centesimi richiesto per l’arrotondamento all’euro superiore.

Sono escluse dall’aumento anche tutte le sanzioni penali, come per esempio quelle collegate alla guida in stato di ebbrezza media o grave e alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui