In specifici contesti ambientali ed epidemiologici, sulla base delle valutazioni delle autorità sanitarie, potrebbe essere richiesta l’applicazione di misure quarantenarie“.

Lo indica la nuova circolare del ministero della Salute di aggiornamento sui casi di vaiolo delle scimmie. La vaccinazione post-esposizione “idealmente entro 4 giorni, può essere presa in considerazione per contatti a rischio più elevato come gli operatori sanitari, compreso personale di laboratorio, previa valutazione rischi-benefici”

A cura di Elena Giulianelli – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui