TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

SEMPRE PIU’ DIFFICILE REPERIRE LE OSTRICHE

In circostanze normali, le ostriche possono essere difficili da trovare e quelle fresche e di alta qualità di solito ti costeranno un bel po’. Si stima che questi molluschi esistano da quasi 300 milioni di anni e gli esseri umani si godono i molluschi da secoli. Solo di recente, tuttavia, sono stati considerati un buon cibo. In effetti, venivano distribuiti come snack gratuiti da bar e in seguito come cibo di strada economico in città come Londra, Parigi e New York durante il 19° secolo.

In circostanze più recenti, tuttavia, le ostriche sono state ancora più costose e difficili da rintracciare, come riporta Mashed.com. Man mano che la popolarità delle ostriche è cresciuta, sono aumentati anche i problemi legati a questo cibo prelibato. La pesca eccessiva, l’inquinamento delle acque e altri problemi ambientali hanno ridotto la loro popolazione, trasformandola da uno spuntino economico e informale a un articolo di lusso che si trova solo in alcuni stabilimenti. A seguito degli eventi della scorsa estate, potrebbero diventare ancora più difficili da individuare.

L’uragano Ida, che ha colpito la Louisiana il 29 agosto, ha devastato gli agricoltori dello stato, che sono i principali produttori di ostriche del paese. I detriti del disastro hanno rovinato molti dei letti di ostriche della zona e un pescatore ha fatto sapere che i letti potrebbero richiedere anni per essere riabilitati al loro precedente tasso di produttività. Per ora i crostacei scarseggiano, lasciando ai ristoratori la scelta di pagare un sovrapprezzo per le ostriche o di rinunciarvi del tutto.

Il COVID-19 ha aggiunto un altro livello di difficoltà. Molti shucker (coloro che sgusciano le ostriche) che sono stati licenziati durante la pandemia non stanno tornando al lavoro. “Shucking è una specie di arte”, ha detto a Business Insider Jake Palmer, direttore delle operazioni di una catena di prodotti ittici con sede in Louisiana. “È un lavoro molto duro. Mette molto stress sul polso, sull’avambraccio, sulle spalle e sui piedi. Stiamo vedendo meno persone interessate a fare quel tipo di lavoro”. Se sei un amante del pesce crudo e ti chiedi perché le tue ostriche siano diventate così difficili da reperire e così costose, la carenza di manodopera e un uragano sono la tua risposta.

A cura di Stefano Severini – Foto Imagoeconomica

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *