Secondo un medico legale egiziano, i resti umani recuperati dal volo Ms804 dell’Egyptair, precipitato nel Mediterraneo giovedì scorso, suggeriscono che ci sia stata un’esplosione a bordo.

Il medico, che ha preferito mantenere l’anonimato, fa parte del team investigativo che ha esaminato i resti dei corpi trovati nel punto in cui l’aereo è caduto. Tutti gli 80 reperti portati al Cairo finora sarebbero “troppo piccoli” e tra questi “non ce n’è nemmeno uno che sia il pezzo intero di un corpo, come un braccio o una testa”. Secondo il dottore, perciò “la spiegazione logica è che si sia trattato di un’esplosione”. Tutte le 66 persone a bordo sono morte quando l’Airbus 320 si è schiantato durante il volo da Parigi al Cairo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui