La 14sima giornata del campionato di serie A si apre all’U-Power Stadium dove la Juventus conquista l’intera posta in palio battendo 2-1 il Monza. Nel primo tempo Vlahovic sciupa dal dischetto degli 11 metri, subito dopo un colpo di testa di Rabiot sblocca la gara. La ripresa scorre fino al movimentato recupero. Carboni pareggia con un gran sinistro a giro, ma al 94simo arriva il gol vincente di Gatti.

Al Marassi finise 1-1 lo scontro salvezza tra Genoa ed Empoli. Perfetta divisione anche del gioco espresso in campo. Prima fase di marca ligure con Messias che colpisce l’incrocio dei pali, poi il il sinistro vincente di Malinovskyi. Nel secondo tempo il riscatto dei toscani, che pareggiano subito i conti con Cancellieri, appena entrato in campo.

All’Olimpico la Lazio batte 1-0 il Cagliari, ritrovando la vittoria che in campionato mancava dallo scorso ottobre. Un gol di Pedro nei minuti iniziali apre la strada ai biancocelesti che alla mezz’ora del prino tempo si ritrovano in superiorità numerica per l’espulsione dki Makoumbou. Nel finale una strepitosa parata di Provedel su Pavoletti salva il risultato per la squadra di Sarri.

A San Siro seconda consecutiva per il Milan che batte 3-1 il Frosinone, riscattando la sconfitta contro il Borussia Dortmund. Primo tempo equilibrato fino al gol di Jovic. Nella ripresa Pulisic raddoppia con un gran gol propiziato da un assist di Maignan. Tris di Tomori e gol della bandiera per i frusonati dell’ex Brescianini.

Al Via del Mare finisce 1-1 il match fra Lecce e Bologna al termine dki una gara palpitante. Primo tempo vibrante giocato meglio dai pugliesi, nella ripresa arriva il gol da una splendida punizione calciata da Lykogiannis, ed in pieno recupero il pareggio su calcio di rigore trasformato da Piccoli.

All’Artemio Franchi tutto facile per la Fiorentina che batte 3-0 la Salernitana. In avvio sblocca subito Beltran su rigore, quindi il raddoppio di Sottil con uno strepitoso tiro a giro. Nel secondo tempo la traversa colpita da Ikwuemesi precede il tris firmato da Bonaventura.

Al Bluenergy Stadium gol e spettacolo per l’incredibile 3-3 tra Udinese e Verona. Partono fortissimo i friulani con il doppio vantaggio realizzato da Kabasele e Lucca, Djuric accorcia su rigore prima dell’intervallo. La formazione scaligera pareggia nella ripresa con la straordinaria rovesciata di Ngonge. Ancora Lucca riporta i bianconeri avanti, ma nelle fasi conclusive Henry insacca di testa.

La Roma espugna il Mapei Stadium battendo 2-1 in rimonta il Sassuolo. Gli emiliani subiscono la pressione giallorossa ma riescono ad andare in vantaggio son
Henrique, ben servito da Berardi. Nella ripresa l’espuilsione di Boloca dà maggior carica alla squadra di Mourinho che pareggia su rigore segnato da Dybala e ribalta il risultato con Kristensen, il cui tiro vincente è deviato da Tressold.

La capolista Inter espugna lo stado Maradona battendo 3-0 il Napoli, precipitato a 11 punti di distanza dai nerazzurri. Grande prestazione della squadra di Inzaghi che ad un minuto dall’intervallo va in vantaggio con un potente tiro da fuotri area di Calhanoglu. Nella ripresa arriva il raddoppio di Barella, nelle fasi conclusive a segno anche Thuram

Nel posticipo del lunedi sera, il Torino batte 3-0 l’Atalanta, dominando la gara sin dalle prime battute e sbloccando il risultato con Zapata. I tentativi della Dea nella ripresa sono vanificati dal rigore trasformato da Sanabria e dl gol di Zapata, quest’ultimo nelle fasi conclusive.

La giornata si chiude con la vetta della classifica invariata e con ben 30 reti realizzate, si ripartirà con la 16sima giornata, durante il lungo weeekend dell’Immacolata.

Franco Buttaro

Il Condirettore Franco Buttaro – Foto ImagoEconomica 

Editorialista Franco Buttaro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui