La Russia ha deciso di lasciare la Stazione spaziale internazionale (Iss), una decisione per la quale punta il dito contro le sanzioni imposte a Mosca per l’invasione dell’Ucraina. Ad annunciarlo è stato il direttore generale del programma spaziale russo Roscosmos, Dmitry Rogozin, in un’intervista alla tv di Stato Rossiya 24 di cui riferisce l’agenzia di stampa Tass. Rogozin ha detto che la decisione sul quando porre fine alla partecipazione russa al programma Iss è già stata presa ma al momento non verrà annunciata, sottolineando comunque che Mosca, conformemente ai suoi obblighi, avvertirà i partner con circa un anno di anticipo.

“La decisione è già stata presa, non siamo obbligati a parlarne in pubblico”, ha detto Rogozin. E ancora: “Posso solo dire una cosa: conformemente ai nostri obblighi avvertiremo i nostri partner con un anno di anticipo della fine del nostro lavoro sulla Iss”.

A cura di Stefano Severini – Foto Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui