Ora non ci sono più dubbi: l’ultimo corpo trovato qualche ora fa sotto quello che resta di via Celario è quello di Mariateresa Arcamone, la dodicesima vittima della alluvione di Casamicciola del 26 novembre scorso.

A dare la conferma che il cadavere, sfigurato dalla lunga permanenza sotto il fango bagnato, fosse proprio quella della giovane barista, sono stati i carabinieri della compagnia di Ischia che hanno effettuato l’identificazione della salma nell’obitorio dell’ospedale Rizzoli dove era stata trasportata dopo il ritrovamento da parte di alcuni giovani volontari ischitani e dei vigili del fuoco.

Dopo molti giorni di ricerche, dunque, è stata ritrovata l’ultima delle 12 delle persone che erano sulla lista ufficiale dei dispersi dopo la frana.

La vittima è stata identificata dai familiari. La salma è stata scoperta dai soccorritori in un anfratto nella zona dei Gradoni, investita in pieno, con la vicina via Celario, dalla massa di fango e detriti precipitata dal monte Epomeo, che, tra l’altro, proprio in quell’area ha cancellato un parcheggio.

A ritrovare il corpo è stato in particolare un giovane geologo, Eugenio Di Meglio. “Non sono praticante, ma non so quale Santo mi ha spinto ad infilarmi in quell’insenatura, pochi centimetri dividevano il soffitto da un mare di fango, ho spostato un legno e poi con la torcia ho illuminato qualcosa di morbido, ho chiamato subito i vigili e le persone che erano in zona… eri tu”, ha scritto sui social il giovane soccorritore volontario.

“Le lacrime e l’abbraccio con tuo papà, quelle parole che mi ha detto non le dimenticherò mai più. La mia missione è compiuta, ora posso riposare”, conclude il suo post su Facebook Di Meglio, geologo ischitano da anni impegnato con le squadre dei volontari dell’isola e che da sabato scorso scava insieme a quelli arrivati da tutta Italia a Casamicciola. Parole affidate ai social, le sue, che hanno suscitato un’onda di commozione e anche di gratitudine.

A cura di Televideo – Foto Repertorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui