Una fatica letteraria dedicata alla memoria e al ricordo di Graziella Franchini, in arte Lolita, giovane cantante assassinata brutalmente nell’ormai lontano 27 aprile 1986 in una villetta del residence La Marinella di Lamezia Terme.

L’opera letteraria dell’autore Mirko E. Mirri racchiude le testimonianze di coloro che hanno avuto modo di conoscere e lavorare con l’artista, che visse il suo momento di maggior fama tra la fine degli anni sessanta e i primi della decade successiva. A livello musicale il suo punto più alto fu la partecipazione al Festival di Sanremo 1973 con il brano Innamorata io?, scritto da Franco Chiaravalle ed Alessandro Celentano, fratello del più celebre Adriano, che non fu però ammesso alla finale.

Il lavoro di 128 facciate del libro, è stato scritto interamente da Mirko E. Mirri, appassionato di musica che da anni tiene vivo il ricordo della cantante veneta di nascita, ma milanese di adozione, attraverso il gruppo facebook LolitaCANTAVA L’AMORE (LEI RIVIVE NEL NOSTRO CUORE), è dedicato al cruento fatto di sangue che ormai trentasei anni fa, proprio l’età che aveva la protagonista del libro nel 1986, mise fine alla vita terrena di Graziella Franchini, occupando per diverso tempo l’attenzione mediatica locale e anche nazionale.

Il giornalista Ferdinando Gaetano ripercorre il caso tra sentenze giudiziarie passate in giudicato e verità storiche, nonché scientifiche, mai accertate, evidenziando come le gravi lacune nelle indagini, unite all’allora non ancora utilizzo della prova del Dna nei processi penali, consentano ancora oggi ai responsabili di questo delitto di rimanere impuniti. Tanti, d’altronde, gl’indizi che porterebbero alla pista “passionale-mafiosa” come movente.

Per info e spedizioni a domicilio anche fuori regione contattare La Cesenate Edizioni all’indirizzo mail [email protected]

Redazione Libri Costantini editore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui