San Giovanni in Squacquerone è un paese dell’entroterra romagnolo situato a metà strada tra la tentatrice movida della Riviera e il rilassante verde dell’Appennino. E l’ormai leggendario Bar Tozzi – microcosmo orgogliosamente démodé in cui si intrecciano quotidianamente storie più o meno politicamente scorrette – è da sempre il rassicurante ombelico di questa non certo tentacolare località di collina abitata da poco più di mille anime.

A guidarci alla scoperta dei pregi e dei difetti della Romagna di provincia (che cambia) è così Andrea Tozzi. Un barista quasi sempre neutrale che, in questo angolo di Stivale bazzicato anche da imbolsiti playboy ormai in pensione e da patetiche tuttologhe che non azzeccano un congiuntivo, un buon caffè o un aperitivo vintage non lo nega mai a nessuno. Nemmeno al più intransigente paladino della censura preventiva e della condanna retroattiva. Nemmeno alla più ostinata moralista che pretende di buttare nell’indifferenziata ogni tipo di comicità e di diversità.

Bar Tozzi-Ultimo Tanga a San Giovanni in Squacquerone – il nuovo libro scritto da Flavio Bertozzi e pubblicato da La Cesenate Edizioni / Costantini editore – è un frullatore di personaggi, di aneddoti, di risate, di riflessioni, di dibattiti. Dibattiti più o meno roventi. Perché nei bar di provincia della Romagna qualsiasi cosa può far nascere una discussione. Dall’ultima sconfitta rimediata dal Cesena sino al problema immigrazione. Passando anche per lo spessore della piadina perfetta, per gli effetti collaterali dei vaccini anti Covid-19, per le buche dell’E45, per le boiate partorite da Fedez o per le tette rifatte della barista.

*call center per cartaceo 331.1753872 / oppure scrivere: [email protected]

 

Acquista e scarica il libro:

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui