Il Tribunale di Bari ha condannato a 7 anni e 10 mesi Gianpaolo Tarantini e a 16 mesi Sabina Began, ‘l’ape regina’ delle feste organizzate dall’ex premier Silvio Berlusconi. I due sono tra i sette imputati del processo Escort accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere e prostituzione. Come riporta il quotidiano “Repubblica”, i giudici hanno condannato Massimiliano Verdoscia (3 anni e sei mesi) e Pierluigi Faraone (due anni e sei mesi).

Assolti invece Letizia Filippi, Francesca Lana e Claudio Tarantini. Il tribunale non ha riconosciuto l’esistenza dell’associazione a delinquere. I giudici hanno anche respinto le richieste di risarcimento danni delle parti civili, tra cui Patrizia D’Addario. Il tribunale ha pronunciato la sentenza dopo una camera di consiglio di cinque ore. Lo scandalo è esploso nel 2009 con le dichiarazioni della D’Addario che in lacrime ha seguito anche l’ultima udienza d processo.

Sono 26 le ragazze che, secondo l’accusa, sono state reclutate perché si prostituissero nelle feste nelle residenze dell’ex premier. Figura principale l’imprenditore Gianpaolo Tarantini che in questo modo sperava di compiacere Berlusconi perché lo aiutasse a fare affari nel settore del Protezione civile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui