Il Fiscal Monitor del Fondo monetario internazionale (FMI), secondo cui il dato 2020 si attesta invece al 157,5%, con un balzo di oltre 20 punti percentuali rispetto al 134,6% del 2019, assegna al debito pubblico italiano una stima del 159,7% nel 2021. La proiezione dell’istituto di Washington fissa il rapporto tra deficit e Pil al 10,9% nel 2020 e al 7,5% nel 2021.

I numeri non sono lontanissimi rispetto a quelli contenuti nella Nadef, che fissa il debito al 158% nel 2020 e al 155,6% nel 2021 e l’indebitamento rispettivamente al 10,8 e al 7% del Pil.

Il debito pubblico italiano resta il secondo tra quelli delle economie avanzate, superato soltanto da quello giapponese. Secondo il Fondo, Tokyo vedrà il rapporto tra debito e Pil attestarsi al 258,7% sia nel 2020 che nel 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui