FILE - In this Wednesday, March 29, 2017 file photo British Union flag waves in front of the Elizabeth Tower at Houses of Parliament containing the bell know as "Big Ben" in central London. (AP Photo/Matt Dunham, File)

Giornate di fuoco in Gran Bretagna dove l’agenzia meteorologica ha diramato per oggi e domani un ”allarme rosso” per temperature record. È la prima volta che accade. E per la prima volta in assoluto nella storia in queste ore il termometro nel Regno Unito potrebbe toccare i 40 gradi. La temperatura più alta mai raggiunta finora è stata di 38,7 gradi centigradi a Cambridge nel 2019. Il Met Office ha previsto che oggi Londra potrebbe vedere picchi di 38 gradi centigradi. Il che significa che la capitale britannica sarà più calda di Nassau alle Bahamas (32°C), Kingston in Giamaica (33°C), Malaga in Spagna (28°C), Atene in Grecia (35°C), Albufeira in Portogallo (28°C) e Dakhla, nel Sahara occidentale.

Le compagnie ferroviarie britanniche consigliano di viaggiare solo se necessario, portando con sé acqua e ventilatori da viaggio.

Durante il fine settimana appena trascorso molti inglesi si sono riversati al mare, affollando le spiagge del sud dell’isola per sconfiggere l’eccezionale ondata di calore. Chi è rimasto in città ha dovuto arrangiarsi per cercare un modo per rimanere al fresco. A Londra, chi ha voluto sfidare le temperature fuori dal comune ha provato a prendere il sole sui prati dei parchi urbani, irriconoscibili per via dell’erba secca e ingiallita a causa dalla stagione estremamente calda e asciutta. Una situazione allarmante anche per il rischio incendi.

Dall’inizio del mese scorso al 12 luglio, riporta Bbc, i vigili del fuoco di Londra  hanno dovuto fronteggiare più di 800 incendi. La London Fire Brigade (LFB) ha segnalato 816 incendi che hanno devastato prati, vegetazione di canali e argini, boscaglia, parchi, campi da gioco, campi coltivati e boschi. In previsione delle condizioni climatiche di caldo estremo, a LFB ha invitato le persone a non fare barbecue sull’erba o sui balconi. “Fare il barbecue sull’erba secca”, spiega un portavoce dei vigili del fuoco, “è imprudente e può facilmente causare un incendio molto grave, danneggiando l’area circostante e mettendo a rischio le proprietà vicine”.

Nei parchi principali di Londra come St James, Greenwich e Regent’s Park è vietato fare barbecue ma i dati della LFB mostrano che nelle ultime sei settimane, 70 degli incendi che si sono verificati nei parchi sarebbero stati causati da barbecue.

A dimostrazione di come le aree urbane dell’Inghilterra debbano affrontare sfide uniche in caso di caldo estremo, l’autorità dei trasporti di Londra ha avvertito della riduzione del servizio sulle linee ferroviarie di superficie a causa delle preoccupazioni per l’impatto del caldo sulle infrastrutture ferroviarie. Il governo britannico emanato un allarme di “emergenza nazionale” e la rete metropolitana di Londra ha imposto limitazioni temporanee della velocità per lunedì e martedì, il che significa che il servizio sarà ridotto e i viaggi saranno più lunghi del normale e ha esortato i pendolari a viaggiare solo se è indispensabile.

A cura di Claudio Piselli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui