TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

SIAMO TUTTI CONTROLLATI? NO

SIAMO TUTTI CONTROLLATI? NO

In queste ultime ore si sta aumentando la preoccupazione da parte di molti cittadini italiani, che nel nuovo decreto governativo firmato dal premier Conte, siamo in qualche modo controllati tramite le cellule radar che arriverebbero ai nostri dati personali contenuti nei nostri cellulari.
Non è così e non siamo sotto sorveglianza, anche se in questo caso, concedetemi un mi scappa da ridire… E, si, perchè solo oggi ci preoccupiamo della nostra privacy, quando il pericolo di essere intercettati durante le nostre telefonate e nei messaggi social è sempre esistito.
La legge è molto chiara anche per quanto concerne i “minori”, nel senso che è assoluto divieto pubblicare pure a livello familiare immagini dei nostri figli nelle pagine Facebook, Instagram; ci meravigliamo poi se fare capire dove ci troviamo in che modo ci spostiamo, non possa essere un metodo per dare un lavoro facile ai pedofili, ai ladri, agli approfittatori a delinquenti comuni.

Oggi che stiamo vivendo un’emergenza pandemica a livello mondiale, comunque rimane inteso, che non ci troviamo sotto il coprifuoco, ma che i nostri dati sensibili possono essere visionati dai medici di famiglia, dalle unità sanitarie per entrare in contatto direttamente con i cittadini, che presentano sintomi di coronavirus e facilitare una precoce diagnosi per attuare una cura antivirale presso il proprio domicilio senza recarsi negli ospedali.

Quello che ci sentiamo di suggerire con grande concretezza è di essere attenti e riservati per proteggere se stessi e i propri familiari quando si ritornerà ad una vita normale.
Ricordiamo che i male-intenzionati, gli 007 dell’informatica, sanno sempre in qualche modo come entrare dentro la vostra scheda sim e i vostri profili social. E’, ora di avere più dignità sociale e meno apparenze nei confronti di parenti o sconosciuti.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Fotolia

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *