TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

MORIRE IN CARCERE A 20 ANNI

Un giovane detenuto del Marocco di 20 anni, condannato per rapina e con fine pena nel 2020, si è impiccato nel bagno della sua cella nel carcere di San Vittore a Milano.

Ne dà notizia il segretario regionale lombardo del Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe), Alfonso Greco: “L’uomo era detenuto nel V Reparto detentivo del carcere di San Vittore e si è impiccato nel bagno della cella.

Nonostante il tempestivo intervento dell’Agente di Polizia Penitenziaria, non è stato purtroppo possibile salvargli la vita. Un gesto grave, che lascia in noi amarezza e sgomento”.

Donato Capece, segretario generale Sappe, denuncia: “Tre detenuti che si tolgono la vita in carcere in meno di una settimana sono un fallimento per lo Stato.

Vittime innocenti di un disagio individuale a cui non si riesce a fare fronte nonostante gli sforzi e l’impegno degli operatori”. Capece ricorda che “sabato si era tolto la vita un detenuto a Regina Coeli a Roma, domenica un altro di Terni”.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *