L’Inter non lascia scampo alla Roma e all’Olimpico passa con un netto 3-0 sui giallorossi di Mourinho che non riescono quindi a riscattarsi dopo il ko nel turno infrasettimanale contro il Bologna. I nerazzurri confermano il loro ottimo stato di forma centrando la quarta vittoria consecutiva che permette di restare fortemente aggrappati alle prime posizioni della classifica. Ritorno amaro, quindi, per Francesco Totti all’Olimpico, con l’ex capitano giallorosso presente in tribuna dopo due anni e accolto calorosamente dal suo pubblico col coro: “Un capitano, c’è solo un capitano”.

La gara si sblocca al 15′ con il gol di Calhanoglu direttamente da calcio d’angolo: il turco dal corner fa partire una traiettoria velenosa che sorprende Zaniolo e Cristante, prima, e Rui Patricio, poi. La formazione di Inzaghi gioca bene e ha il completo pallino del gioco, tanto che al 24′ arriva il raddoppio: Calhanoglu imbecca Dzeko in area che di sinistro non sbaglia. Il bosniaco per rispetto della sua ex squadra non esulta. La Roma prova a svegliarsi al 37′ con Vina, ma Dumfries è attento e salva. Proprio l’olandese due minuti dopo cala il tris: cross di Bastoni dalla sinistra, Dumfries impatta di testa e non lascia scampo a Rui Patricio. Nella ripresa il copione resta lo stesso: nerazzurri in controllo, giallorossi che non riescono a pungere.

L’Inter perde Correa per un risentimento ai flessori della coscia sinistra che verrà valutato nei prossimi giorni, al suo posto Sanchez. Nei minuti finali per la Roma ci prova Zaniolo con un gran sinistro che termina sull’esterno della rete ma che illude l’Olimpico col tabellone dello stadio che per un attimo segna 1-3. In realtà non è così: vince l’Inter e lo fa per 3-0, Roma ko.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui