Il gruppo Pininfarina torna, dopo tre anni, all’utile pari a 2,4 milioni di euro e registra un valore della produzione di circa il 9% maggiore rispetto al 2020. Per il gruppo il valore della produzione è di 66,8 milioni di euro in linea con i 67 milioni di euro dell’esercizio precedente (il dato 2021 non comprende le attività di Pininfarina Engineering messa in liquidazione nell’ottobre 2020), mentre il margine operativo lordo – negativo di 7,1 milioni di euro nel 2020 – mostra un valore positivo di 2,3 milioni di euro grazie soprattutto all’incremento delle attività di design e architettura.

Il risultato operativo risulta positivo di 4,1 milioni di euro anche grazie al positivo effetto del ripristino del valore di alcuni asset (precedentemente svalutati) per un importo di 2,7 milioni di euro e al rilascio di fondi vari di 2,8 milioni di euro, rispetto alla perdita di 21,5 milioni di euro del 2020.
Le previsioni per il 2022 confermano il trend di crescita e, in base alle attuali evidenze dei settori di business in cui l’azienda< Pininfarina si trova a operare, indicano un valore della produzione in aumento rispetto al 2021.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui