Il Milan è campione d’Italia. Per la 19a volta nella sua storia, e 11 anni dopo l’ultimo scudetto, conquista il tetto d’Italia nel campionato di calcio di serie A. Nella sfida a distanza con i “cugini” dell’Inter, i rossoneri chiudono il conto già nel primo tempo.

Entrano in casa decisi. Determinati. Un ritmo che mette sotto pressione i padroni di casa del Sassuolo. E solo un ottimo Andrea Consigli evita un passivo peggiore.
Il Milan va in vantaggio al 17′ con Olivier Giroud. Tempo 15 minuti ancora, e al 32′, arriva la doppietta. Nei fatti risultato in cassaforte. Ma a chiudere definitivamente la partita, e quindi il campionato, è Franck Kessié al 36′.

Ed è sul 3 a 0 per il Milan che si va al riposo. Il secondo tempo fila via praticamente nell’attesa del fischio finale. Solo un brivido all’80’ quando va in gol Ibrahimovic, entrato poco prima in campo. Ma il gol è stato annullato per fuorigioco. La partita dunque finisce così: Sassuolo-Milan 0-3.

La delusione dell’Inter

Andamento esattamente opposto allo Stadio Meazza, dove l’Inter era costretta a vincere contro la Sampdoria per tenere in piedi le speranze scudetto, ma anche ad augurarsi che il Milan cadesse in casa del Sassuolo.

Nel primo tempo, i nerazzurri non riescono a sfondare la difesa della Sampdoria. Di sicuro le notizie che arrivavano da Reggio Emilia non aiutavano. Ma l’Inter doveva conquistare i 3 punti. Per tenere la fiammella accesa. E anche per chiudere al meglio possibile davanti al proprio pubblico. Così dopo un primo tempo a reti inviolate, nella ripresa è Ivan Perisic al 49′ ad aprire le danze dei gol. Il raddoppio arriva poco dopo con Joaquin Correa, al 55′. Ed è proprio l’argentino a fare il bis appena 2 minuti dopo. Un 3-0 che fissa le giuste proporzioni, ma che all’Inter non basta.

Così al fischio finale dell’ultima giornata di campionato la classifica conferma le distanze: Milan 86 punti, Inter a -2.

La festa esplode a Reggio Emilia per il Milan, e a Milano in Piazza Duomo, dove migliaia di tifosi si erano riversati già durante la partita quando ormai il risultato era al sicuro. Un altro gruppo invece si è radunato davanti a Casa Milan, la sede della società in via Aldo Rossi. Per il Milan e i milanisti si apre una lunga nottata di festa.

A cura di Roberto D’Orazi – Foto Lapresse

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui