Il maestro del giornalismo Gianni Brera

Il termine italiano derby è usato quando si mettono di fronte le due principali squadre di calcio di una stessa città. Nell’attuale campionato di serie A troviamo il derby della Madonnina (Inter-Milan); il derby della Mole (Juventus-Torino) e il derby della Capitale (Lazio-Roma).

Malgrado siano oggi in campionati diversi non possiamo dimenticare il derby della Lanterna (Genoa-Sampdoria) e il derby dell’Arena (Verona-Chievo). Rivalità e antagonismo sono la conseguenza di numerose sfide tra alcune delle squadre italiane più titolate sia a livello nazionale che internazionale, con la maggior tradizione sportiva del Paese. Tra le rivalità più sentite al primo posto troviamo la partitissima Inter-Juventus: nota anche come “Derby d’Italia”.

Il termine fu coniato nel 1967 da Gianni Brera, il più influente giornalista sportivo italiano del ventesimo secolo; indica il confronto tra le due formazioni italiane più popolari in campo nazionale che, pur risiedendo in città e persino regioni differenti, sono caratterizzate da una profonda rivalità reciproca, tipica delle sfide “stracittadine“. Si tratta della partita più volte giocata nel panorama calcistico italiano.

La Juventus ha conquistato nettamente più vittorie rispetto all’Inter. Nei 245 incontri ufficiali tra le due squadre i bianconeri hanno vinto 110 volte, mentre i nerazzurri 75 con 60 pareggi. Segno di come il match sia sempre improntato verso la vittoria finale. Sulle reti segnate, anche in questo caso vince la Juventus, ma non in maniera così netta: 348 gol fatti dalla Signora, 304 dal Biscione. Considerando i soli campionati, i piemontesi hanno vinto 93 gare, segnando 291 gol; mentre i lombardi ne hanno vinte 60, realizzando 253 reti. I pareggi sono stati 52. Nel corrente utilizzo giornalistico e popolare, si definisce derby anche una partita di calcio giocata tra due squadre limitrofe tra loro, in altre parole che si trovano nella stessa provincia o regione.

Per fare un esempio Cesena vs Rimini (derby di Romagna), oppure Bologna vs Cesena (derby emiliano romagnolo).
Alla ricerca dell’etimologia del termine, secondo il Wimbledon Football Supporters’ Handbook, i giochi iniziarono nel XVIII secolo.
Da quel momento il nome “derby” fu attribuito a qualsiasi partita di calcio giocata con feroce campanilismo tra club vicini. Secondo il report dell’Osservatorio per le manifestazioni sportive del Ministero dell’Interno, le tifoserie che si sono dimostrate particolarmente “cattive” sono: Lazio, Milan, Napoli, Inter, Juve e Roma, mentre le ultime due sono le squadre con il maggior numero di tifosi arrestati. 

Il vice Direttore Ugo Vandelli – Foto Biblomanie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui