TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

EURO 2020 AGLI OTTAVI

Sabato 26, Galles-Danimarca ed Italia-Austria; domenica 27, Olanda-Repubblica Ceca e Belgio-Portogallo; lunedì 28, Croazia-Spagna e Francia-Svizzera; martedì 29, Inghilterra-Germania e Svezia-Ucraina.

Questi gli accoppiamenti determinati dalla classifica dei vari Gironi eliminatori di Euro 2020, con sfide che si prefigurano avvincenti ed altre, come sempre succede, meno affascinanti anche se non meno importanti; d’altra parte in competizioni come queste succede immancabilmente che anche la fortuna faccia la sua parte, pur se tale fortuna deriva dai risultati. Dire che Belgio-Portogallo, Croazia-Spagna ed Inghilterra-Germania, sia un peccato vederle in questa fase, mi pare un’ovvietà, ma di chi è la colpa se le Furie Rosse sono riuscite a farsi superare in classifica dalla Svezia? E che dire di Germania e Portogallo, finite dietro la Francia in quello che è stato il vero Girone di “ferro” della prima fase?

Gironi più facili, altri con abbondanza di “squadroni”, è la legge dei sorteggi prima e dei risultati del campo poi, quella che impone costantemente alti rendimenti, perché il ranking conta e non poco. Pronostici? Difficili dato che in alcuni casi c’è equilibrio, ma …. proviamoci ….

Galles-Danimarca – nessuna delle due ha entusiasmato, anche se la Danimarca ha l’enorme scusante del drammatico episodio che ha coinvolto l’interista Eriksen; basterà voler fare bene anche per lo sfortunatissimo compagno? Da parte sua il Galles ha fatto quel che doveva, finendo secondo grazie alla miglior differenza reti rispetto alla Svizzera; i buoni giocatori non mancano, ma se Bale è quello visto contro l’Italia, quanta strada faranno ancora i gallesi?

Italia-Austria – possiamo dire che gli azzurri non partono favoriti contro gli eredi di Francesco Giuseppe? L’entusiasmo non manca da ambo le parti, com’è giusto sia, il tasso tecnico pende certamente dalla parte italiana, ma bisognerà non distrarsi e che la condizione atletica non cali. Mancini ha diverse frecce nel proprio arco ed i potenziali “titolari” sono ben più di undici, però …. occhio agli scherzi.

Olanda-Repubblica Ceca – la prima del Girone C contro una delle terze ripescate non dovrebbe lasciare dubbi sulla favorita, ma il discorso fatto per l’Italia vale anche per gli orange, che hanno sin qui sempre vinto, ma non sempre convincendo, mentre i cechi, battuta la Scozia e pareggiato contro la forte Croazia, hanno perso di misura contro l’Inghilterra e sono ben vivi e pericolosi, forse più di quanto non dicano i pronostici.

Belgio-Portogallo – ovvero una delle maggiori favorite contro i campioni uscenti, Lukaku contro CR7! Sarà una bella sfida, probabilmente la più interessante degli ottavi, con i belgi favoriti, ma non di tanto; certo il rendimento sin qui messo in campo è stato diverso, ma anche le avversarie affrontate non sono paragonabili, ed il Belgio non può che partire con il favore dei pronostici, specie se riuscirà a trovare quelle giocate con cui sprigionare la potenza devastante del suo centravanti, uno capace di spostare le “montagne”; CR7 dovrà invece riuscire a convogliare al meglio i palloni che i compagni sapranno consegnargli, sperando che l’attenzione di tutti sia al top, così come la forma fisica, perché altrimenti saranno dolori ….

Croazia-Spagna – E’ l’ottavo tra le due “potenze” sin qui più deludenti, anche se arrivano entrambe da due larghe vittorie; la Croazia ha ceduto all’Inghilterra e non ha battuto la Cechia, gli spagnoli non hanno perso alcun incontro ma, Slovacchia a parte, hanno decisamente deluso sia contro la Svezia, che contro la Polonia! Il potenziale sarebbe da semifinaliste, ma una delle due saluterà ben prima e se si deve fare un nome direi …. Croa…gna ….

Francia-Svizzera – qui invece di dubbi come fanno ad essercene? Può la Svizzera far fuori i Campioni del Mondo, se gli “emmenthal” sono quelli visti sino ad ora? I Bleu sono la formazione favorita del Torneo e, al netto di sorprese sempre possibili, non possono certo farsi spaventare dai vicini di casa; averne rispetto, quello sì ovviamente, ma tra francesi e svizzeri ci sono tre gol di scarto e sarei sorpreso (ma non solo io, credo) succedesse qualcosa di diverso.

Inghilterra-Germania – eccoci magari a sentirla definire l’ennesima rivincita del Mondiale 1966, quello “fatto” vincere ai padroni di casa d’Albione! Da allora ne è passata troppa di acqua sotto i ponti, perché allora potremmo sempre usare qualunque delle Guerre della storia per usarla come …. rivincita …. Più semplicemente è una bella, bellissima sfida, con gli inglesi che in Nazionale non sono paragonabili a quelli delle formazioni di Club, mentre i tedeschi sono al termine di un lungo ciclo e non solo per l’addio al loro CT Lowe. Inghilterra-Germania è sempre sfida affascinante, anche oggi che le due Nazionali non sono tra le migliori compagini viste in questo europeo.

Svezia-Ucraina – possiamo definire la sfida tra gialloblu quella meno prevista del Torneo? Ritenere gli svedesi capaci di vincere il Girone era quasi fantascienza, così come l’Ucraina è sempre tra quelle formazioni di seconda/terza fascia, a volte persino bella a vedersi, mentre in altre occasioni assai deludente; però entrambe sono a giocarsela in un ottavo indefinibile, tra il pragmatismo svedese e gli alti e bassi ucraini, con Sheva che vorrebbe diventare anche in panchina quello che era in campo e gli svedesi a diventare la “sorpresa” dell’europeo, quella della Cecoslovacchia o della Danimarca di qualche decennio fa.

Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto fonte Sky sport

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *