Il governo ha stanziato con il decreto Aiuti quater risorse per 9,1 miliardi di euro autorizzate dal Parlamento per finanziare interventi contro il caro energia. Prevista anche la rimodulazione del superbonus al 90% a partire dal 1° gennaio 2023.

Lo rende noto il Mef. 

Tra le altre misure: proroga dei crediti di imposta per luce e gas pagati da imprese e taglio delle accise sui carburanti, benefit aziendali esentasse a 3.000 euro, possibilità di rateizzare le bollette aziendali. Il tetto al contante passa da 1.000 a 5.000 euro.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui