Esplode la polemica dopo le parole del leader di Forza Italia. La Russa (FdI): è prematuro discuterne. Letta: “Attacco al Colle, destra pericolosa”. Al Viminale depositati i primi simboli per le elezioni. Segre a Meloni: tolga la fiamma dal simbolo.

“Non ho mai attaccato il Presidente Mattarella, né mai ne ho chiesto le dimissioni. Ho solo detto una cosa ovvia e scontata, e cioè che, una volta approvata la riforma costituzionale sul Presidenzialismo, prima di procedere all’elezione diretta del nuovo Capo Dello Stato, sarebbero necessarie le dimissioni di Mattarella “che potrebbe peraltro essere eletto di nuovo”.

Così Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, su Facebook in un post che accompagna l’intervista di questa mattina che ha scatenato forti polemiche. “Tutto qui: una semplice spiegazione di come potrebbe funzionare la riforma sul Presidenzialismo proposta nel programma del centro-destra.
Come si possa scambiare tutto questo per un attacco a Mattarella rimane un mistero. O forse si può spiegare con la malafede di chi mi attribuisce un’intenzione che non è mai stata la mia”.

A cura di Elisabetta Turci – Foto Imagoeconomica 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui