TOP Header adv (728×90)

CORONAVIRUS SONO LE 19

Bollettino Protezione civile: sono 837 le persone morte oggi. Cala il numero dei ricoveri: da 1.276 il 26 marzo a 409 ieri a 397 oggi. Sono stati fatti 6mila tamponi in più. In Lombardia cala per il sesto giorno consecutivo la crescita dei contagi.

Saliti a 105.792 i casi totali di coronavirus in Italia, di cui 77635 persone attualmente positive e 12.428 deceduti totali (837 nelle ultime 24 ore), ha riferito il capo della Protezione civile Borrelli in conferenza stampa. In Lombardia per la prima volta compare il segno ‘meno’ davanti al numero degli accessi in terapia intensiva: ieri erano 1330, oggi sono 1324, cioè 6 in meno. Sicuramente le misure restrittive per contenere il coronavirus in Italia saranno prorogate fino a
a dopo Pasqua.

Gli aggiornamenti
Inaugurato a Milano l’ospedale Fiera.
Oltre 3mila morti negli Usa, 500 nelle ultime 24ore. Ieri telefonata tra il presidente Trump e il premier italiano Conte. Dagli Usa 100 milioni di dollari in aiuti sanitari. “Sono molto grato per la solidarietà degli amici americani”, le parole di Conte.
New York, a Central Park allestito un ospedale da campo
La Cina ha registrato ieri solo 48 nuovi casi, tutti importati.
Corea Sud, nuovi casi risalgono a 125. Pesano focolai interni e contagi importati, infezioni a 9.786
Inps, da domani pronte le domande per il bonus autonomi
Alle 12 un minuto di silenzio in tutti i comuni italiani per ricordare le vittime dell’emergenza
Germania, in una settimana raddoppiati i casi di contagio, sono oltre 67 mila
Russia, 500 casi in un giorno, la Duma approva sanzioni e carcere contro diffusione virus.

Viminale, sì camminata genitore-figlio, ma vicino casa
È “da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione”. Lo prevede una nuova circolare inviata dal Viminale ai prefetti per “chiarimenti” sui divieti di assembramento e spostamenti. E “l’attività motoria generalmente consentita”, precisa il testo, “non va intesa come equivalente all’attività sportiva (jogging)”. Possibile invece camminare “in prossimità della propria abitazione”.

Tajani a Conte, servono misure per 100 miliardi
“Servono misure da 100 miliardi: oltre i 25 del primo decreto, servono altri 75 miliardi per il decreto di aprile. Dobbiamo prepararci anche per il dopo epidemia”. Lo afferma il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, in diretta Fb. “Questo chiederemo domani all’incontro con Conte”, aggiunge. “Bisogna fare di più per un’ampia fetta di italiani che non sono considerati dal primo decreto”.

Renzi, dal 14 aprile poter riuscire di casa
“La riapertura e l’uscita dalle case deve avvenire nei giorni successivi alla Pasqua, magari il 14 aprile che è il martedì successivo alla Pasquetta. I bambini devono avere un’ora d’aria da subito (firma anche tu la petizione proposta da due nostri giovani parlamentari, Marco Di Maio e Sara Moretto, che hanno ripreso un’idea lanciata dalla Ministra Elena Bonetti). Le persone con più di 70 anni dovranno uscire due settimane più tardi. Non faremo Pasqua con i nonni, ovviamente. A tutela dei nonni stessi, non per cattiveria, sia chiaro”. Lo scrive Matteo Renzi nell’enews con 10 proposte per far ripartire il Paese

Renzi, scuole riaprano a maggio
“Le scuole devono ripartire a maggio, almeno per le classi di terza media e quinta superiore. Per la riapertura deve essere garantito lo screening di tutti gli studenti e di tutti i professori. Non ci si deve arrendere alla cultura del 6 politico, ma va assicurata a tutti la valutazione per il corrente anno”. Lo scrive Matteo Renzi nell’enews con 10 proposte per far ripartire il Paese.

Renzi, aziende con mascherine aprano per Pasqua
“Le aziende che hanno mascherine, protezioni e rispettano le distanze sociali possono ripartire, anche prima di Pasqua se sono pronte. Se rispettano le regole, ovviamente. E se hanno tutti i dispositivi. Tra queste aziende mi piacerebbe tanto che riaprissero le librerie, vere e proprie farmacie dell’anima. Se proprio non vogliono prima di Pasqua, almeno subito dopo”. È una delle proposte di Renzi contenuta nell’Enews dell’ex premier.

Palermo, 15.000 istanze aiuti alimentari al Comune
Sono 15.026 le persone che si sono registrate alla piattaforma online del Comune di Palermo, entro le ore 18 di oggi, per l’accesso al sistema dell’assistenza alimentare. Grossi numeri che dovranno essere verificati, ma che sono già un termometro sensibile del bisogno e della pressione sociale, in piena emergenza coronavirus. Una fotografia su quella che può essere definita la “grande fame di Palermo”, capace di accendere rabbia e tensioni, ma anche, come spiegato dal più parti, diventare l’occasione per assecondare gli appetiti criminali di mafia e usura.

Afp, oltre 40 mila morti nel mondo
Sono oltre 40 mila i morti nel mondo a causa del coronavirus e più di tre quarti dei decessi si sono verificati in Europa, secondo un conteggio dell’Afp.

La Redazione giornalistica – Fotolia

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *