Un dato allarmante e sconvolgente: in Germania, lo scorso anno, sono “scomparsi” 5.835 minorenni migranti. La notizia è stata confermata dal ministero degli Interni tedesco a un’interrogazione parlamentare.

Secondo alcune fonti – riportate da N24 – di 8.006 minori migranti ne sono riemersi 2.171, “provenienti in gran parte da Afghanistan, Siria, Eritrea, Marocco e Algeria”, precisa il ministero degli Interni. Fra quelli scomparsi, 555 sono bambini, ovvero hanno un’età inferiore ai 14 anni.

L’Europol ha lanciato l’allarme: ben diecimila minori non accompagnati entrati in Europa nel 2015 sono scomparsi dopo il loro arrivo. L’ipotesi più probabile è che siano finiti in mano ad “una rete criminale internazionale” che negli ultimi 18 mesi ha approfittato dell’arrivo alle frontiere europee di migliaia di persone senza regolari documenti per strutturare un’attività illegale particolarmente redditizia, ha dichiarato all’Observer Brian Donald, il capo dell’intelligence europea. “Solo in Italia – ha dichiarato ancora Donald – si sono perse le tracce di 5000 minori”.

Viviana Valastro, di Save the Children, ha spiegato: “Per quanto riguarda eritrei, siriani e somali si tratta di esperienze di transito, quindi di persone che dichiarano già all’arrivo in Italia di non volersi fare identificare perché vogliono raggiungere altri paesi europei. Il fatto che risultino scomparsi significa che si sono sottratti all’identificazione, oppure sono scappati dai centri di prima accoglienza per raggiungere altri paesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui