La Roma trionfa a Tirana e si aggiudica la Conference League. Mourinho scrive la storia dei giallorossi

La Roma a 31 anni dalla sua ultima finale europea trionfa a Tirana, conquistando la Conference League, alla sua prima edizione, battendo in finale il Feyenoord 1-0.

Il gol vittoria dei giallorossi è firmato da Zaniolo al 32′ del primo tempo, risultato tenuto dalla squadra di Mourinho con il morso della lupa fino al 95′. Una gara di tecnica e grande cuore che regala ai giallorossi un trofeo europeo che mancava dalla Coppa delle Fiere del 1961. Per Mourinho è il quinto trionfo in una Coppa Europea, dopo due Champions (Porto e Inter) e due Europa League (Porto e Manchester United): è il primo e l’unico tecnico ad aver vinto in tutte e tre le competizioni Uefa.

L’Italia torna a sollevare un trofeo europeo dopo 12 anni dall’Inter del triplete dello stesso Mourinho, vincitore della Champions con il Bayern Monaco.

La cronaca

Per la finale di Tirana José Mourinho schiera Pellegrini e Zaniolo sulla trequarti alle spalle di Abraham. Con Mkhitaryan a centrocampo con Cristante. Per il resto la formazione tipo. Il tecnico dle Feyenoord Arne Slot si affida all’esperienza di Senesi in difesa, alla qualità di Kocku a centrocampo e a Dessers come terminale
offensivo.

Il Feyenoord parte con un pressing asfissiante ma la Roma riesce a rispondere senza rischiare in avvio. Al 15′ Pellegrini avvia il contropiede ma scivolando perde l’abbrivio iniziale e manca il passaggio filtrante verso Zaniolo in profondità. Proprio dopo un quarto d’ora però i giallorossi perdono Mkhitaryan ha una ricaduta dopo l’infortunio di un mese fa al flessore della coscia destra. L’armeno lascia il campo per fare posto a Oliveira.

La squadra di Mou non si intimorisce e al 24′ arriva una palla illuminante con l’esterno di Pellegrini ma Zaniolo per questioni di pochi centimetri non aggancia la sfera nel cuore dell’area di rigore. Poco dopo sponda di Abraham invitante per Pellegrini che non arriva però sul pallone. Gli olandesi arretrano leggermente il baricentro e la Roma trova il vantaggio: al 32′ Mancini pesca con un lancio lungo Zaniolo, che controlla bene di petto in area e anticipa Bijlow con la punta del piede sinistro per l’1-0 della Roma. Gli olandesi provano a reagire e al 41′ ci prova dalla distanza Kocku ma il tiro è troppo centrale e Rui Patricio blocca in due tempi.

Il tabellino

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio 7; Mancini 7, Smalling 7, Ibañez 7; Karsdorp 6.5 (43’st Viña sv), Mkhitaryan sv (17’pt Oliveira 6), Cristante 6.5, Zalewski 5.5 (21’st Spinazzola 6); Pellegrini 6.5, Zaniolo 7.5 (21’st Veretout 6); Abraham 5.5 (43’st Shomurodov sv). In panchina: Fuzato, Perez, Maitland-Niles, Kumbulla, Bove, Afena-Gyan, El Shaarawy. Allenatore: Mourinho 7

FEYENOORD (4-2-3-1): Bijlow 6; Geertruida 6, Trauner 4.5 (29’st Pedersen sv), Senesi 6, Malacia 6 (43’st Jahanbakhsh sv); Aursnes 6, Kokcu 5.5 (43’st Walemark sv); Nelson 5.5 (29’st Linssen sv), Til 6 (14’st Toornstra 5.5), Sinisterra 5; Dessers 5.5. In panchina: Jansen, Hendrix, Sandler, Cojocaru, Marciano, Hendriks, Hall. Allenatore: Slot 5.5

ARBITRO: Kovacs (Romania) 5.5.

RETI: 32’pt Zaniolo.

NOTE: serata serena, campo in buone condizioni. Ammoniti: Trauner, Pellegrini, Zalewski, Rui Patricio, Spinazzola. Angoli 4-6. Recupero: 4′ pt, 5′ st.

Servizio di Roberto D’Orazi – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui