Le consolle non sono solo vanno ben oltre all’essere dei semplici giochi. Permettono a tutti gli appassionati di immedesimarsi in una realtà virtuale predefinita dove poter compiere ogni tipo di azione desiderata senza pagare conseguenze nel mondo reale, tranne un lieve mal di testa se si passa troppo tempo a giocarci.

Certamente il pubblico più affezionato al gioco virtuale ha una fascia d’età giovane, ma non è raro trovare anche persone di mezza età che si dilettano davanti a Play Station, X BOX, Wii e Nintendo Switch.
Proprio quest’ultimo, che cronologicamente parlando è il virtual game più giovane, ha vinto i Game Awards 2017 come migliore consolle.
Questo prestigioso festival si svolge tutti gli anni, quest’anno è andato in scena a Los Angeles qualche giorno fa e premia il videogioco migliore non solo per qualità singola, ma anche per qualità dei suoi giochi.

Il Nintendo Switch è dunque il migliore dell’anno. Primo perchè si può giocare stando comodamente seduti sul divano, attaccandolo alla televisione; oppure anche fuori casa, dato che la consolle ha un formato tale che rende anche giocabile la sua versione portatile.
Secondo motivo della premiazione è perchè Legend of Zelda Breath, gioco uscito quest’anno per Nintendo ha ricevuto il premio come migliore dell’anno.
Le avventure di Zelda sono forse una delle saghe più conosciute dagli appassionati, che però stavolta sono rimasti ammaliati dalla meraviglia grafica delle ambientazioni che si sono trovati davanti e da un avventura mai banale, sempre strategica e divertente.

Così come è stato premiato, e non poteva essere altrimenti, anche per Super Mario Odyssey, altra saga cult per consolle come Nintendo e Wii.
Questo gioco ha ricevuto il premio come best family game.

Tutto ciò e molto altro si è verificato in una serata fantastica all’insegna del divertimento e delle novità con giochi innovativi che presto usciranno anche per Play Station 4, con gli appassionati già in fermento.

A cura di Giacomo Biondi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui