E’ di due morti il bilancio di una valanga che si è staccata poco prima delle 14 di oggi sopra Maso Corto, in val Senales (Alto Adige). Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il soccorso alpino e l’elisoccorso Pelikan. L’allarme è stato lanciato da testimoni, che hanno visto la slavina investire gli scialpinisti. Dalle prime informazioni, si tratterebbe di marito e moglie originari di un paesino della vallata. La fitta nebbia in quota ha inizialmente ostacolato le operazioni di ricerca perché gli elicotteri non riuscivano a alzarsi in volo.

Il pericolo valanghe in gran parte dell’Alto Adige, dopo le nevicate di questi giorni, è marcato (grado 3 di 5). Quasi esattamente un anno fa, il 28 dicembre 2019, una valanga investì alcuni sciatori sulla pista “Teufelsegg” in val Senales, provocando la morte di una donna di 25 e di sua figlia di sette e di un’altra bambina sempre di sette anni, tutte provenienti dalla Germania.

Forti nevicate e intense piogge stanno mettendo a dura prova l’Italia. Molti i danni e i disagi. Particolarmente critica la situazione in Campania, a Napoli, in Toscana, nell’area appenninica della Garfagnana e in Veneto dove precipitazioni così abbondanti non si vedevano da anni assicurano i meteorologi. Anche per l’Epifania la situazione non migliora, ma è previsto un sensibile aumento delle temperature. In Piemonte 90 cm di neve, forte rischio valanghe In Piemonte due giorni di intenso maltempo hanno accumulato fino a 90 cm di neve fresca, a 2000 metri di altitudine, sulle Alpi Pennine e Graie, 40-55 sulle Lepontine, 30-50 con punte di 65 sulle Alpi Cozie, 40-60 Alpi Marittime e Liguri.

Il pericolo valanghe è forte (grado 4 su una scala che arriva a 5) su tutto l’arco alpino piemontese, a eccezione delle Alpi Lepontine, all’estremo nord della regione, dove il rischio è “marcato” (grado 3). L’allerta meteo è gialla in tutta la regione, tranne che nelle pianure e nel bacino dello Scrivia, in provincia di Alessandria.

La Provincia di Vercelli ha disposto la chiusura di due strade montane, la Sp10 che collega Alto Sermenza (da località Pietre. Marce) al comune di Rima San Giuseppe, e la Sp124 che da Alto Sermenza (in località Ferrate) conduce a Carcoforo. Il provvedimento è stato preso per le abbondanti nevicate che stanno interessando la Valsesia, e la conseguente allerta valanghe. L’Ente informa che non appena possibile verrà valutata la possibilità di realizzare una traccia su entrambe le strade. Sul Piemonte il maltempo insisterà nei prossimi giorni, con possibili nevicate, tra domani sera e martedì, anche in pianura. Veneto, bufera di neve ad Asiago.

Critica la situazione anche a Roana Bufera di neve ad Asiago: alberi caduti sulle carreggiate, in un caso anche su una vettura, strade (anche provinciali) chiuse e grande lavoro fin dalla notte da parte di vigili del fuoco e volontari di protezione civile. La situazione è particolarmente critica a Roana, dove è stato istituito il Centro operativo comunale. La nevicata eccezionale ha fatto registrare dai sessanta centimetri al metro di coltre bianca con non pochi disagi alla viabilità. Alcune strade sono ancora impraticabili e alcune contrade isolate. C’è la necessità di spalare marciapiedi e coperture di abitazioni e strutture, per evitare cedimenti. Al lavoro i volontari di protezione civile comunali, della Provincia e sono state attivate anche le squadre regionali.

A cura di Meteo.it – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui