TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

COVID I DATI DEL VENERDI’ SERA

I dati sulla pandemia in Italia. Oggi si registrano 5.335 nuovi casi con 474.778 tamponi e 33 morti. Il tasso di positività è all’1,1%, in aumento rispetto allo 0,85% di ieri. Gli attualmente positivi sono in tutto 78.644, c’è un incremento di 1.866 casi da ieri. I casi totali sono 4.762.563. I guariti sono 3.433 (ieri 3.400) per un totale di 4.551.882.

Sono 349 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 2 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 18 (ieri 32). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.658, 49 in più di ieri. Ieri si sono registrati 4.866 positivi con 570.335 tamponi (tasso a 0,85%) e 50 vittime. Le Regioni In Campania si registra il numero più alto di nuovi casi: nelle ultime 24 ore 654 positivi al Coronavirus e 5 decessi.

La Campania è seguita da seguita da Lazio (+583), Veneto (+523) e Lombardia (+510).

Circolare accoglie parere Aifa, richiamo booster con Moderna
– Intanto, una circolare firmata dal direttore della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, detta l’utilizzo del vaccino Moderna come dose “booster” nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19, così come indicato in un parere dell’Aifa di ieri. La dose “booster” del vaccino Spikevax può essere utilizzata dopo almeno sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato.

La Commissione Tecnico Scientifica (Cts) di Aifa, preso atto della decisione di Ema (Agenzia europea dei medicinali) aveva ribadito che, “come già stabilito per la dose booster di Pfizer, tale opportunità dovrebbe essere offerta in via prioritaria ai soggetti già indicati per il vaccino Comirnaty (Pfizer)”. La dose booster del vaccino Spikevax sarà inoltre inserita nell’elenco di cui alla Legge 648/96 per consentirne l’uso eterologo.

A cura di Silvia Camerini – Foto Imagoeconomica

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *