TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

AEREOPORTO FELLINI TORNA A VOLARE

I voli al ‘Fellini’ tornano ad essere di moda. Per l’inizio dell’estate, nel periodo da giugno a settembre, saranno infatti 60 i voli settimanali operati dall’aeroporto di Rimini, contro i 38 dello stesso periodo dello scorso anno. Un aumento che, nei piani di Airiminum, potrà generare un aumento di passeggeri di oltre il 30% rispetto al 2018. L’obiettivo è confermare alcune rotte anche nel periodo invernale, per avere sempre più voli di linea.

La Russia tornerà a essere protagonista, dopo la flessione di voli e passeggeri registrata nel 2018. Ci saranno collegamenti da Mosca operati da ben 6 compagnie, e poi da San Pietroburgo, Krasnodar, Ekaterinburg e Rostov. Anche l’Ucraina diventerà più vicina, grazie ai voli (della Skyup) da Kharkiv, Kiev, Leopoli, Odessa, Zaporizhia.
La Bielorussia sarà collegata grazie ai voli di Belavia da Minsk.

L’estate 2019 segnerà poi il ritorno, dopo anni, dei voli dalla Germania. A maggio partirà la rotta da e per Monaco di Baviera, gestita da Lufthansa (una volta a settimana). Ryanair tornerà al ‘Fellini’ con ben 5 rotte: oltre ai voli per Londra, Varsavia e Kaunas (in Lituania) da quest’anno si aggiungeranno anche quelli per Varsavia e Budapest.

Tutti i voli di Ryanair partiranno in aprile (tranne quello per Budapest, al debutto a maggio) e proseguiranno fino a ottobre. Nella stagione estiva del ‘Fellini’ ci saranno inoltre il volo settimanale per Helsinki (con la Finnair), quelli da e per Lussemburgo (Luxair, tre a settimana), e nei mesi di giugno e luglio il collegamento con Tallin in Estonia. Il piano permetterà al ‘Fellini’ di essere meno dipendente dai charter e avere sempre più voli di linea, che rappresenteranno oltre il 70% dei collegamenti.

«Grazie agli accordi pluriennali firmati con alcune tra le principali compagnie aeree di linea europee, come Ryanair, Lufthansa, Rossiya, Ural Airlines, e con altre con cui siamo in trattativa – osserva Leonardo Corbucci, l’amministratore delegato di Airiminum – riusciremo a raddoppiare tra giugno e settembre, i voli settimanali. Rimini sarà, in Italia, uno degli scali col maggior aumento (in percentuale) di voli». Dopo i 300mila passeggeri del 2018, per quest’anno si punta a superare abbondantemente i 400mila.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *