TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

AL MUGELLO COMANDA HAMILTON

E’ della Mercedes di Lewis Hamilton la pole position, la 95.ma in carriera, sul circuito del Mugello per il Gp Toscana Ferrari 1000 con il tempo di 1’15″144. Secondo posto per il compagno di squadra Valterri Bottas, terza la Red Bull di Max Verstappen. La Ferrari di Leclerc parte in terza fila grazie al quinto tempo in qualifica. Vettel solo 14°.

Sull’inedito Gp di Toscana, numero 1000 per la Ferrari, al Mugello Lewis Hamilton partirà dalla pole position. L’inglese della Mercedes ha ottenuto il miglior tempo in qualifica in 1’15”144. Alle sue spalle il compagno di scuderia il finlandese Valtteri Bottas, a +0”059. Terzo l’olandese Max Verstappen su Red Bull, a +0”365 davanti al compagno di squadra Alexander Albon. Ottimo quinto posto per Charles Leclerc +1”126, che tira fuori il massimo dalla Ferrari e partirà dalla terza fila.

Leclerc piazza la Ferrari in settima posizione a 1″299 da Bottas, mentre Vettel è 13° a 1″594 dal vertice. Dal quinto al 17° posto grande equilibrio. La Mercedes quindi conferma il proprio predominio nella prima frazione Verstappen l’unico a lottare contro le frecce d’argento.

Nella Q2 Hamilton mostra subito i muscoli, realizzando il nuovo record della pista di 1’15″309 con 13 millesimi di vantaggio su Bottas e 0″162 su Verstappen, bravissimo nel t-3. Albon quarto con l’altra Red Bull, Leclerc settimo a 1″015, mentre Vettel è attardato. Alla fine niente da fare per il ferrarista tedesco che risulta escluso dalla Q3, concludendo in 14.ma posizione a 1”549 mentre Leclerc è ottavo a 1″015 da Hamilton. Escono anche Lando Norris (McLaren +1”331), Saniil Kvyat (AlphaTauri +1”545), Kimi Raikkonen (Alfa Romeo +1”545), 15 Romain Grosjean (Haas +1”945).

A inizio Q3 Hamilton realizza un grandissimo crono di 1’15″144 altro record con 59 millesimi di vantaggio su Bottas. Verstappen è terzo a 0″402. Leclerc è settimo con 2″595 di ritardo, poi una bandiera gialla per testacoda di Ocon costringe tutti a rallentare e per Leclerc che aveva già fatto il tempo è un colpo di fortuna che lo porta a guadagnare la terza fila con il quinto tempo.

Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Ansa

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *