Tramite la saliva, nel giro di 40 minuti, è possibile sapere se si è stati infettati dal virus Zika. Il nuovo e super economico test genetico è stato messo a punto dalla University of Pennsylvania: con soli due dollari è possibile scovare i segni dell’infezione.

Gli attuali metodi diagnostici sono molto più elaborati e richiedono apparecchiature costose oltre ad un personale qualificato.

Solitamente i test a buon mercato non riescono a rilevare bassi livelli del virus e rischiano falsi positivi. Così, per renderli più specifici è necessaria l’amplificazione dell’Rna, ma si tratta di un procedimento complesso che richiede di sottoporre il campione di saliva a diversi cambi di temperatura.

Ma il team di ricercatori della Penn’s School of Engineering and Applied Science, guidati da Changchun Liu e Haim Bau, è riuscito ad individuare un tratto di codice genetico che è quasi identico per 19 differenti ceppi del virus Zika, ma non per altri agenti patogeni. Su questo hanno testato una tecnica di amplificazione semplificata dell’Rna che richiede solo che il campione sia mantenuto a una temperatura costante e specifica. Poi, attraverso un dispositivo che utilizza un colorante, si riesce a rilevare se nella saliva è presente la sequenza genetica del virus Zika.

I risultati dello studio, supportato dall’Istituto Nazionale di Salute (National Institutes of Health) sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Analytical Chemistry.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui