Vincenzo Paduano è stato condannato all’ergastolo.
L’ex vigilante era accusato di omicidio premeditato aggravato da futili motivi, stalking e distruzione di cadavere.
La madre della ragazza: “Una sentenza giusta e che mi aspettavo”
E’ la condanna dunque comminata a Vincenzo Paduano, l’uomo che il 29 maggio dello scorso anno a Roma strangolò e diede alle fiamme la sua ex fidanzata Sara Di Pietrantonio nel quartiere Magliana. La sentenza è stata emessa, a conclusione del processo con il rito abbreviato, dal gup Gaspare Sturzo, che, dopo due ore di camera di consiglio, ha recepito l’impostazione accusatoria della pm Maria Gabriella Fazi.
Sara e l’omicida erano stati insieme per un paio di anni, allontanandosi e riavvicinandosi a più riprese, fino a tre settimane prima del delitto, quando Sara lo aveva lasciato definitivamente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui