La Serie B si appresta a disputare la nona giornata con una classifica che vede Reggina e Bari tirare una fila le cui posizioni sono tutte in divenire.

Poche le giornate disputate per poter già fare dei pronostici e chi è davanti accetta volentieri gli elogi, ma mette le mani avanti relativamente a tutti gli altri discorsi, un po’ per ovvia scaramanzia, molto perché un quarto di stagione non vale certo giudizi assoluti.
Che le due formazioni potessero fare così bene era nelle speranze, ma ad altre squadre venivano assegnate maggiori possibilità di essere al vertice della classifica.
Invece l’assestamento delle retrocesse dalla A non è ancora concluso ed in questo momento sono alcune outsider a fare la voce grossa; infatti non sono da sottovalutare le posizioni di immediato rincalzo di Ternana e Brescia, con le rondinelle che devono “smaltire” le sei reti subite proprio a Bari, mentre gli umbri sono reduci da quattro vittorie consecutive, dopo un’avvio tribolato.
Tra le favorite della vigilia, il Genoa è la migliore, pur senza avere ancora fatto vedere mirabilie, mentre a cominciare dal Parma, tutte le altre devono ancora trovare la giusta via di un rendimento regolare, in positivo naturalmente.
In fondo al lotto si può certamente parlare delle sorprese negative di Pisa, Como e Perugia, tutte e tre con già il cambio sulle rispettive panchine, segno inequivocabile che ci si aspettava qualcosa di ben diverso dalle prime otto giornate.
La nona sarà un’altra giornata interessante, con scontri che promettono battaglia, se non spettacolo, oltre alla grandissima curiosità che accompagna il debutto di Daniele De Rossi sulla panchina della Spal.
L’ex capitan futuro ha dalla sua un’esperienza calcistica di prim’ordine, ma in panchina non basta essere stato un campione e questo Daniele è il primo a saperlo.
Il Direttore responsabile Maurizio Vigliani – Foto Marco Iorio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui