Ancora una giornata di tempo molto perturbato in Italia. Piogge e temporali diffusi da Nord a Sud e sulle isole, ma a preoccupare è soprattutto il forte vento che sferza in particolare le regioni tirreniche, la Sicilia e la Sardegna. Le condizioni meteo sono in miglioramento a partire dal pomeriggio.

Un uomo di 62 anni è morto a Napoli, schiacciato da un albero di grosse dimensioni che si è abbattuto al suolo. E’ accaduto intorno alle 7 in via Nuova Agnano, alla periferia occidentale della città. L’uomo, di nazionalità marocchina, è stato soccorso dal 118 ma in ospedale i medici hanno potuto solo constatarne il decesso.
La bufera di vento che ha colpito la Campania nelle prime ore del mattino ha provocato la caduta di numerosi altri alberi e cartelloni pubblicitari in tutta la città.

Recuperata, dopo quasi trenta ore, la salma dell’uomo rimasto intrappolato nella propria autovettura dopo aver tentato ieri invano di attraversare il Meduna dal guardo di Murlis, tra Cordenons e Zopola, nonostante il divieto di transito per maltempo. Si tratta del 56enne Iris Soncin di Valvasone Arzene.

Una nuova colata di terra e pietra è caduta sulla statale Amalfitana provocando l’interruzione della viabilità in località Vettica, nel comune di Amalfi (Salerno). La strada, al momento, è interrotta e, con ogni probabilità, servirà un bel po’ di tempo per ripristinare la situazione. I carabinieri della locale compagnia e il personale dell’Anas sono al lavoro per capire le modalità d’intervento. L’ennesimo smottamento – il terzo in appena nove giorni – ha reso ancora più complicata la situazione viabilità lungo la statale: Amalfi resta raggiungibile soltanto attraverso il valico di Chiunzi, mentre Positano tramite la statale sorrentina o via Agerola. Interruzioni si registrano anche in località Capo d’Orso nel comune di Maiori e a Cetara.

Dopo la pre-allerta comunicata ieri dalla Protezione civile regionale, anche Roma Capitale corre ai ripari. Nella tarda serata di ieri la sindaca di Roma Viriginia Raggi ha firmato un’ordinanza che per l’intera giornata di oggi – dalle 7 di questa mattina a mezzanotte – parchi, giardini ville storiche e cimiteri della città. “Al fine di garantire – si legge tra le premesse del provvedimento – la pubblica incolumità e prevenire situazioni di pericolo causate dalla caduta dei rami, piante e alberi”. A destare preoccupazione in particolare il forte vento. Criticità arancione anche per il rischio idraulico nella zona dell’Aniene e in quella dei bacini costieri Sud. Sempre a Roma, in mattinata è caduto un pino di enormi dimensioni. L’albero, oltre ad aver sfondato due muretti di recinzione, è finito all’interno del cortile della scuola Materna Cesare Nobili, per fortuna deserta di domenica. Decine gli interventi dei Vigili del fuoco per alberi e rami caduti al suolo.

A causa del maltempo per la caduta di rami e alberi sulla carreggiata, si registrano numerosi disagi sulle strade statali 7 ‘Appia’ e 148 ‘Pontina’ in provincia di Latina. In particolare, sono provvisoriamente chiusi sulla SS7 ‘Appia’ il tratto al km 49,400 a Cisterna di Latina e il tratto a km 85,200 a Pontinia in entrambe le direzioni. Sulla ‘Pontina’ al momento – fa sapere l’Anas nel primo pomeriggio – è chiuso il tratto al km 101,000 a Latina.

La pioggia e il forte vento hanno creato numerosi disagi a Benevento. Il vigili del fuoco sono al lavoro in queste ore per rimuovere alberi e cartelloni pubblicitari caduti. La portata dell’acqua dei fiumi, nonostante sia aumentata, per ora è sotto controllo. Torrente sotterraneo ‘solleva’ piazza in Irpinia, evacuazioni Evacuate 300 persone nel centro storico di San Martino Valle Caudina, in provincia di Avellino, dopo le abbondanti e violenti piogge delle ultime ore. La piazza principale del paese è in condizioni di dissesto a causa delle acque sotterranee di un torrente ‘tombato’ negli anni scorsi, il cui livello è cresciuto a dismisura sollevando il manto stradale e aprendo una voragine. Bilancio pesante anche nel Vallo di Lauro. A Moschiano, nella frazione San Michele, è franato un costone collinare. Per precauzione alcune famiglie che abitano in zona sono state evacuate. A Forino una frana ha invaso le carreggiate di due strade provinciali mentre a Montoro uno smottamento con un fronte di 15 metri ha invaso la strada che collega a Contrada e Avellino.

Sono oltre 100 ad ora gli interventi dei vigili del fuoco della provincia di Grosseto per il forte vento con raffiche a più di 100 km/h. Interrotti da ieri i collegamenti da e per l’Isola del Giglio Nel Golfo di Follonica le mareggiate hanno eroso gran parte dell’arenile in città. Decine le piante abbattute dalle raffiche e diversi anche i danni che riguardano gli edifici. In particolare tetti, tegole e coperture che sono stati distrutti e scoperchiati. Una situazione che ha indotto il sindaco di Gavorrano (Grosseto) Andrea Biondi a emettere l’ordinanza di annullamento della partita di serie D tra Follonica Gavorrano e Bastia. Situazione difficile anche a Scarlino (Grosseto) dove un albero è caduto un albero sulla provinciale 84. Il vento ha inoltre divelto l’albero di Natale in piazza della Stella e un’antenna del palazzo comunale. Ed ancora un albero è caduto in una via del centro abitato di Manciano (Grosseto) abbattendo una linea urbana dell’ Enel che ha colpito con un palo di cemento un auto parcheggiata, non si registrano feriti. Sul posto tecnici comunali e squadre della protezione civile Misericordia di Manciano e squadra Enel per messa in sicurezza.

Passeggeri in salvo Un’auto è rimasta bloccata nel sottopasso di via Firenze a Livorno: per soccorrere i quattro passeggeri sono intervenuti i vigili del fuoco. E’ accaduto nella notte quando la città è stata colpita da un nubifragio. Numerosi gli allagamenti di strade, sottopassi e scantinati.

Pioggia e vento stanno interessando gran parte della provincia di Perugia provocando numerosi danni, soprattutto per alberi caduti, ma nessun problema grave alle persone. I vigili del fuoco sono impegnati con tutte le squadre a disposizione. Il maltempo ha interessato in particolare le zone di Perugia, Castiglione del Lago, Todi, Città di Castello e Spoleto con diverse piante cadute.

In base ai dati del Centro Previsioni e Segnalazioni Maree del Comune della città lagunare, la marea salirà fino a 130 centimetri in mattinata, “che equivale al 46% della città allagata”, spiega il centro maree, che aggiunge: “Fino a queste quote la città è percorribile sulle passerelle stese per 4 km”, ma il tempo in miglioramento dovrebbe rendere la città “percorribile a piedi già all’ora di pranzo”. Domani la marea toccherà quota 140 centimetri sul medio mare.

Una bufera di vento si è abbattuta sopra Bagnolo tra Montoso e Rucas, in provincia di Cuneo. Circa 40 le persone, anche famigle con bambini, sono rimaste bloccate con le loro auto nel tentativo di tornare a valle. É intervenuto anche il 118 con auto medica e ambulanza di base. Nessun ferito, mentre si è registrata qualche crisi d’ansia. Ragazzi salvati dai Vigili del fuoco a Reggello Recuperata dai Vigili del fuoco una comitiva di 9 ragazzi più un adulto accompagnatore, nella zona del Pratomagno, in località Croce a Cardeto, sul monte Secchieta, nel comune di Reggello, in provincia di Firenze. Una ragazza è rimasta ferita ad un piede. Sul posto anche l’elicottero Drago del nucleo dei vigili del fuoco di Arezzo.

Valanga in Valtellina, si cerca scialpinista Una valanga si è staccata in località Tresenda, nel comune valtellinese di Livigno (Sondrio) e si cerca di capire se la massa di neve abbia travolto uno scialpinista che alcuni testimoni avrebbero visto in zona. L’area interessata dalle ricerche non è quella delle piste da sci. Sul posto gli uomini del Soccorso Alpino con l’ausilio dei Vigili del fuoco e volontari di Livigno e un elicottero di Areu inviato per contribuire alle ricerche.

Prorogata fino alla mezzanotte di lunedì l’allerta arancione per criticità idraulica dovuta allo stato dei fiumi sulla pianura emiliana centrale, nelle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Bologna. In particolare l’allerta è legata alla piena del fiume Po nella sezione di Boretto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui