L’alta Valmarecchia è totalmente coperta di nebe. Da Maiolo a Pennabilli, fino a Casteldelci, Sant’Agata Feltria, il manto bianco ha superato il metro d’altezza.
A San Leo, Talamello, Novafeltria, di neve ne è caduta almeno 70/80 centimetri. Le strade sono state liberate tutte dopo l’intervento continuativo degli spazzaneve
“La neve è così pesante che è davvero difficile da spostare – commenta il sindaco di Casteldelci, Luigi Cappella – Ma le strade sono state aperte tutte e le famiglie più isolate sono sotto controllo e in continuo contatto telefonico con l’amministrazione”.

Problemi alla viabilità sono stati registrati invece a Pennabilli: una pianta è crollata in mezzo a una strada comunale di Ponte Messa e un altro grosso ramo è crollato su un’auto. Nessun ferito.

I blackout sono arrivati anche a San Leo, ma la corrente è tornata già nel pomeriggio di ieri. La situazione più preoccupante è a Maiolo e Novafeltria. Le località Boscara e Maioletto, Perticara e Serra Masini, sono rimaste al buio per oltre 12 ore. Le squadre dell’Enel in serata hanno installato più generatori, al momento ancora in funzione, in attesa di portare a termine i lavori di riparazione alle centraline e ai pali elettrici. “La neve pesa sui cavi elettrici e si sono registrati problemi un po’ ovunque – spiega l’assessore di Novafeltria, Fabio Pandolfi – vediamo con la pioggia di queste ore cosa succederà. Ma a preoccuparci più di tutto sarà l’ondata di gelo in arrivo domenica”.

Le scuole al momento sono chiuse in tutta la Valmarecchia, tranne Poggio Torriana, Villa Verucchio, Pietracuta e Santarcangelo. Anche a San Marino bimbi e ragazzi sono a casa, mentre l’Università del Titano tornerà ad aprire solo lunedì.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui