NEW YORK USA STATI UNITI D’AMERICA TIMES SQUARE 42ESIMA QUARANTADUESIMA

Ancora un weekend di sparatorie e di morti per ferite di arma da fuoco, negli Stati Uniti. Quattro morti e decine di feriti è il bilancio.

Gli scontri a fuoco, per strada, in mezzo alla gente, sono scoppiati a Pittsburgh in Pennsylvania, Worcester in Massachusetts, Denver, Atlanta, Harrisonburg in Virginia, e Freeport a New York, e vengono dopo le cinque persone uccise a Raleigh, North Carolina, tre giorni fa.

Il bilancio più grave a Pittsburgh, dove sono stati uccisi un uomo e due donne e ferita una quarta persona.

A Worcester, nel corso di una festa, è scoppiata una sparatoria che ha lasciato sei persone ferite, ma non in pericolo di vita.

Otto ricoverati a Harrisonburg per ferite da arma da fuoco. L’età va dai 18 ai 27 anni. La sparatoria si è verificata, sempre la notte scorsa, nei pressi del campus della James Madison University di Harrisonburg, in Virginia, dove sono stati esplosi dei colpi contro la folla riunita di fronte ad un complesso di appartamenti fuori dal campus.

A Denver un morto e sette feriti all’alba di domenica, durante una festa.

Quattro adolescenti sono stati, invece, colpiti da un’auto in corsa, mentre si trovavano fuori da una casa a Freeport, nello Stato di New York. I quattro hanno tra i 14 e i 16 anni.

Ad Atlanta quattro feriti, tra cui tre studenti, che si trovavano vicino alla biblioteca della Clark University.

A Roseville, Michigan, nel pomeriggio sono stati esplosi colpi d’arma da fuoco in un centro commerciale. La polizia ha subito evacuato l’area, ma non si registrano feriti. Lo sparatore è scappato.

Secondo i dati dell’organizzazione The Gun Violence Archive dall’inizio dell’anno negli Stati Uniti si sono verificate 532 sparatorie. L’organizzazione lancia l’allarme sulla violenza e sulle vittime di armi da fuoco nel paese. Sempre dall’inizio del 2022 sono morte 34.900 persone per colpi di arma da fuoco. Le armi hanno causato la morte di 1.057 adolescenti ed il ferimento di altri 3mila. Tra i bambini si contano 251 morti e 570 feriti. Entro la fine dell’anno potrebbero verificarsi fino a 650 nuove sparatorie, pronostica l’organizzazione, lanciando un appello ad adottare misure che fermino le violenze.

A cura di Televideo – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui