Putin preferisce bruciare il gas piuttosto che venderlo all’Europa o ad altre regioni secondo i contratti. Per questo bisogno intervenire“. È il messaggio che la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha portato alla riunione dei conservatori tedeschi della Csu/Cdu riuniti in Baviera, in Germania proprio mentre si stava svolgendo la riunione del G7 ed ha rilanciato: “Credo fermamente che sia giunto il momento di fissare un tetto massimo al prezzo sul gas russo esportato in Europa“, ha dichiarato apertamente per la prima volta.

Si tratterebbe, se Bruxelles dovesse scegliere di percorrere questa strada, di una nuova sanzione che colpirebbe il costo invece della quantità. Una proposta che il presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, aveva avanzato nei mesi scorsi.

A cura di Renato Lolli – Foto Imagoeconomica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui