Doveva essere la partita della goleada vista la media inglese realizzativa della Virtus Entella e il Cesena, due formazioni che vantano i due migliori attacchi del girone B in Lega pro. Invece alla fine ne è scaturita una partita condizionata dall’espulsione di Mercadante al 55esimo. La squadra di Mimmo Toscano, infatti dopo la prima frazione è stata costretta a ripiegare e a giocare in 10 per quasi tutto il secondo tempo, ma, francamente, rischiando davvero poco, dove i pericoli per Tozzo non si contano nemmeno in un guantone. I padroni di casa,  con un Volpe in panchina meglio del “Trio” non sono stati capaci di fruttare la superiorità numerica, perchè il centrocampo bianconero, come la difesa sono sempre stati in grado di stringere la maglia e di chiudere ogni spazio alla manovra dei liguri.

Un Cesena da “dieci” e un punto d’oro raccolto con caparbietà, carattere, contro una forte squadra, che merita di essere testa a testa in alto alla classifica proprio con i romagnoli che non perdono da sei turni consecutivi.

I padroni di casa non sanno sfruttare la carta di Gaston Ramirez un trequartista di razza che si è svincolato dal Monza con apparizioni positive in serie A, mentre sulla sponda opposta Corazza è apparso un poco in ombra con l’unica vera occasione capitata a Ferrante, dove il portiere De Lucia si supera e spegne la prima emozione. Ferrante è in forma smagliante ma la sua fucilata dopo pochi minuti termina a lato. I ritmi della partita comunque rimangono sempre alti fino a renderla maschia, perchè in fondo a dominare sono i bronzi di Riace delle rispettive difese.

Ovvio che con l’inferiorità numerica Toscano è costretto a ridisegnare lo schieramento  iniziale.Fuori Corazza per Bianchi e Chiarello per Adamo.I cambi sono azzeccati, perchè la Virtus Entella non sfrutta l’uomo in più e il Cesena si difende con ordine.
Anzi è Saber a fare tremare i polsi a De Lucia.A venti minuti dalla fine fuori Ferrante per Udoh e dieci minuti più tardi Bumbu rileva un ottimo Saber.
Finale incandescente con Volpe e Napoli che vengono ammoniti per battibecco. I liguri provano gli ultimi assalti, ma la partita rimane ancorata con il risultato di parità.
Il Direttore editoriale Carlo Costantini – Foto Luigi Rega

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui