Aspettava il suo primo bambino, che sarebbe nato fra quattro mesi. Ma non ci saranno palloncini e regali per la neo mamma o per il piccolo, perché l’ex fidanzato della donna ha deciso di portarle via tutto, in un raptus di rabbia che non le ha lasciato scampo.

Una giovane 21enne, di origini moldave, è stata assassinata dal proprio ex, sottoposto ora a fermo di polizia giudiziaria per omicidio. Il corpo della ragazza, incinta di sei mesi, è stato fatto trovare sulle colline intorno a Treviso dall’omicida.

Lei lavorava presso alcuni hotel del coneglianese, mentre lui, che ha solo 19 anni, è studente al quarto anno in una scuola secondaria. Stando a quanto si è potuto apprendere fino a questo momento, la storia fra i due era finita da tempo e il ragazzo aveva ora una relazione con un’altra donna. La vittima, negli ultimi tempi, aveva ripreso i contatti con l’ex fidanzato annunciandogli che era incinta da alcuni mesi e che il bambino era suo.

Si erano incontrati per parlarne, la sera del 19 marzo. Da allora, la ragazza era scomparsa e i genitori, giustamente allarmati, avevano chiamato le forze dell’ordine. Gli investigatori, concentrando le attenzioni sul giovane, lo hanno messo alle strette e lui alla fine ha ammesso di aver colpito la ragazza con un sasso al culmine di una lite; poi, ha indicato il luogo dove aveva abbandonato il corpo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui