Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha confermato che il capo dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi è morto nel corso di un raid Usa in Siria, durato circa due ore. “Il terrorista numero uno al mondo è morto”, ha detto in un discorso dalla Casa Bianca. “Dal suo corpo mutilato abbiamo avuto conferma della sua identità”, ha aggiunto. Al Baghdadi si è fatto saltare in aria e ha ucciso tre bambini che erano con lui. Con Al Baghdadi “c’erano due mogli, entrambe indossavano giubbotti esplosivi, non li hanno fatti esplodere, ma sono comunque morte”, ha proseguito il Presidente Usa. “Sotto la mia direzione abbiamo distrutto il suo Califfato. Continueremo a perseguire i terroristi”, ha assicurato Trump. “I test per confermare l’identità di Al Baghdadi sono stati fatti sul posto del raid dai tecnici che erano con i nostri militari”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui