JOE BIDEN E KAMALA HARRIS

È il secondo incontro fra i due nel bel mezzo delle tensioni fra le due potenze, il precedente si era svolto in Alaska nel marzo scorso quando la delegazione cinese rimproverò la parte americana davanti alle telecamere. Il confronto strategico tra Stati Uniti e Cina è uno dei fattori che stanno destabilizzando le relazioni internazionali: il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha adottato una politica commerciale dura contro Pechino in linea con quella del suo predecessore Donald Trump; l’ostilità degli Stati Uniti verso compagnie di Stato cinesi, o molto vicine al PCC come Huawei, è costantemente cresciuta negli ultimi anni; all’inizio di questa settimana Washington ha ordinato a China Telecom Americas di interrompere i suoi servizi entro 60 giorni ponendo fine a quasi due decenni di operazioni nel paese.
Pechino ha denunciato una “repressione dolosa” con un provvedimento che “compromette il clima di cooperazione” tra i due paesi.

Le tensione fra le due più grandi economie del mondo non sono solo di ordine commerciale: gran parte del continente asiatico è oramai zona di influenza cinese, ultimo esempio è proprio l’Afghanistan da cui i soldati americani si sono ritirati in modo convulso poco più di due mesi fa dopo venti anni di guerra. La stessa Russia o l’Iran sono fortemente dipendenti dall’acquisto di petrolio e gas da parte cinese.

Negli ultimi mesi le tensioni sono aumentate anche su Taiwan, isola che gode di un sistema democratico e ha propri governo, moneta ed esercito, anche se non ha mai proclamato l’indipendenza formale da Pechino. La Cina rivendica l’isola come propria e giura che un giorno la riprenderà anche con la forza, se necessario. All’inizio di questo mese Washington ha confermato che truppe statunitensi, seppur in numero ridotto, sono presenti sull’isola per scopi di addestramento. Questa settimana, il presidente Di Taiwan, Tsai Ing-Wen ha detto di “confidare” negli Stati Uniti per difendere la sua isola contro la Cina. E il presidente Joe Biden ha affermato che gli Stati Uniti hanno “un impegno” a difendere militarmente Taiwan in caso di attacco cinese.

A cura di Stefano Severini – Foto Getty Image

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui