Un uomo ha sparato alla ex moglie, uccidendola, poi ha rivolto la stessa arma contro se stesso. E’ successo in un parcheggio di Rivoli, alle porte di Torino. La vittima, Maria Clara Cornelli, e l’omicida, Enzo Giorio, (entrambi 75enni) erano separati e tra le ipotesi al vaglio dei carabinieri che indagano sull’accaduto ci sarebbero alcuni dissidi familiari. L’uomo, rimasto ferito, è stato soccorso ma è morto in tarda serata in ospedale.
La donna è morta dopo essere raggiunta da quattro colpi: tre al viso e uno all’addome. L’ex marito, dopo essersi sparato in testa, è rimasto gravemente ferito: trasportato con l’elisoccorso all’ospedale Cto di Torino, è morto in tarda serata.

La ricostruzione – I due si sono incontrati lunedì pomeriggio in un parcheggio di Rivoli, zona residenziale alle porte di Torino, forse per un chiarimento dopo gli ultimi dissidi familiari, forse per dirsi addio. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, però, i due devono essersi detti poche parole. L’ex marito aveva un revolver Colt calibro 38 special, regolarmente detenuto, che ha estratto dalla tasca e puntato contro la donna per poi fare fuoco. Di fronte al corpo steso a terra della donna, l’uomo ha subito rivolto contro se stesso l’arma sparandosi un colpo alla testa.

Matrimonio lampo per un amore nato in età matura – I carabinieri stanno cercando di far luce sulle cause della tragedia. Entrambi pensionati, lui vedovo dallo scorso luglio, lei separata da vent’anni, si erano innamorati e subito sposati, lo scorso 25 novembre. Un amore veloce quanto i problemi emersi nei mesi successivi al fatidico sì. Discussioni, litigi, momenti di tensioni che erano diventati sempre più frequenti, secondo le prime testimonianze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui